19/10/14

Lasagne al sugo d'anatra e porcini - MTC 10/2014


Le domeniche d'autunno hanno il loro bel perché, non c'è niente da fare.
Anche questa mattina è trascorsa pigramente tra una colazione a base di latte e cacao accompagnata da una montagna di biscotti con stampigliato un bel sorrisino di zucchero - per loro - e per me un caffè doppio con lettura di giornale.
Il tempo di riordinare i capelli, un velo di crema, indosso i miei vestiti comodi da casa e inizio. Recupero le farine, le uova, i canovacci, i funghi secchi e la cucina comincia a vivere. A farmi compagnia il suono basso della radio e fuori, i rumori della città che inizia piano piano a risvegliarsi.
Preparare le lasagne per il pranzo della domenica mi piace, mi mette in un'ottima predisposizione d'animo. Un piatto completo, importante per le attenzioni che porta con sé e per tutta la manualità che richiede. Un piatto decisamente autunnale che profuma di funghi a partire dalle sue sfoglie di pasta. 
Tempo fa mia mamma mi aveva regalato un barattolo contenente polvere di porcini* e finalmente è arrivato il momento di utilizzarlo. Basta frullare finemente dei funghi secchi e chiudere ermeticamente il vasetto, lo potrete conservare a lungo nella vostra dispensa e al momento giusto vi sarà utilissimo. Idee? Nel risotto certamente, ma anche in vellutate o primi piatti a base di pasta. Insomma, un valido alleato da tenere in cucina. 
Ho pensato di preparare una pasta unendo due farine, la 00 e quella di grano saraceno e ho aggiunto la polvere di porcini. Impastando si leva quel profumo intenso di bosco che stuzzica sì l'appetito ma che soprattutto ti fa ricordare la stagione autunnale. 
Lievi raggi di sole filtrano oltre la foschia mattutina, in casa le voci dei bimbi si fanno più sonanti. Sono in piena attività anche loro.

La ricetta:
per la pasta: 100 g di farina 00, 90 g di farina di grano saraceno, 8 g di polvere di porcini essiccati*, 2 uova
per la besciamella: 1/2 litro di latte, 50 g di burro (io di malga), 50 g di farina, un cucchiaino di noce moscata, sale, pepe
per il sugo d'anatra: 400 g di petto d'anatra privato della pelle, 2 cucchiai di passata di pomodoro, 30 g di cipolla tritata, una foglia di alloro, due spicchi d'aglio, qualche rametto di timo, 100 ml di vino bianco secco, olio extra vergine di oliva, sale, pepe, 20 g di funghi porcini secchi
per completare: una generosa manciata di gherigli di noci, 120 g di formaggio tenero di malga, quattro cucchiai di grana grattugiato 

per la pasta:
unisci le due farine, la polvere di porcini e le due uova. Impasta fino a quando non otterrai un panetto liscio e compatto. Lascialo riposare per mezz'ora.
Riprendi la pasta e tirala con il mattarello in modo da ottenere una sfoglia sottile. Ricava dei rettangoli uguali (io 10 x 15 cm). Fai cuocere la pasta in acqua bollente leggermente salata, raffreddala in acqua fredda e lasciala scolare sul canovaccio. 


Per il sugo:

Prima di tutto, prepara la carne per farla marinare. Taglia a piccoli tocchetti il petto d'anatra e mettilo in un contenitore. Versaci il vino, aggiungi l'aglio tagliato grossolanamente, la foglia di alloro sbriciolata, sale, pepe e mescola bene. Copri con la pellicola e metti in frigo per due ore.

Fai dorare in padella la cipolla con un filo d'olio. Unisci  la carne sgocciolata lasciando da parte per il momento la marinata e fai cuocere a fuoco medio. Versa la marinata tenuta a parte, aggiungi il pomodoro, i funghi che avrai fatto rinvenire  in acqua (e con più risciacqui)  un po' di timo e regola di sale e di pepe. Fai cuocere per 30 minuti a fuoco medio.
Lascia riposare dieci minuti e frulla il sugo nel mixer, una frullatina grossolana giusto per ottenere una base più omogenea.



Per la besciamella:
fai fondere il burro, aggiungi la farina e ottieni un roux omogeneo. Aggiungi, lontano dal fuoco,  il latte caldo, mescola e rimetti sul fuco per circa 10 minuti aggiungendo un po' di sale e pepe. Tieni la besciamella morbida.


Imburra una teglia da forno e distribuici un primo strato di pasta. Versa qualche cucchiaio di besciamella, aggiungi il formaggio a tocchetti e poi il sugo. Prosegui alternando le sfoglie, besciamella, sugo e formaggio fino all'esaurimento degli ingredienti. 
Sull'ultimo strato, quello superficiale, aggiungi qualche fiocco di burro, il grana grattugiato e una grattatina di pepe fresco.
Metti in forno a 180° per circa 30 minuti. Servi la lasagna dopo averla lasciata riposare dieci minuti con l'aggiunta di gherigli di noce.




E poi arriva lei. Si arrampica sulla sedia, ancora in pigiama e si impossessa di farina,  cucchiaio, mattarello e di quello che resta dell'impasto.

Ristendiamo insieme la pasta e tagliuzziamo qualche straccetto irregolare. Anche lei deve avere le sue soddisfazioni :=)
Ed ecco il suo piatto:





E ora, prepariamoci per una serata con amici. Un modo perfetto per concludere il fine settimana!

con questa ricetta partecipo alla sfida MTC del mese di Ottobre: