03/02/11

Marmellate di Arance e di Kiwi

Non so quante volte avrò visto fare la marmellata in famiglia, di tutte le fogge anche di patate dolci e di pomodori verdi che mi sembravano così estrose quando ero bambina ed ora invece mi sembrano delle vere leccornie!! Avrei voluto seguire pedissequamente le regole della mamma ma...ho voluto fare di testa mia e devo dire che i risultati sono stati molto buoni.
Gli ingredienti che troverete e la procedura sono identici per i due frutti, elencherò nel dettaglio la marmellata di arance per spendere due parole in più sulla buccia. 
Ingredienti: 
 1 kg arance/kiwi
500 gr zucchero semolato
vaniglia
Grand Marnier
Esecuzione: chi ama il sapore amaro della buccia delle arance, tagli le arance senza sbucciarle, chi invece non gradisce questo retrogusto tolga allora la buccia e tagli le arance ben pulite. Ridurre a tocchetti le arance, metterle in una pentola capiente, coprile con dell'acqua fino a ché le arance siano completamente sommerse, mettere a cuocere. Dopo 10 ' di cottura dalla bollitura, aggiungere mescolando lo zucchero e lasciare cucinare per circa un'ora, mescolate sovente per essere certi che la marmellata non si attacchi al fondo e per evitare che spumeggi uscendo dalla pentola (...succede...). Spegnere la fiamma e lasciare riposare tutta la notte. Riprendere la marmellata, riportarla a bollore e aggiungere 4 cucchiai di Grand Marnier e 4 gocce di vaniglia. Verificare che la marmellata abbia la giusta consistenza,spegnere e lasciare intiepidire. A questo punto, la marmellata può essere sterilizzata oppure conservata in frigo per qualche giorno, se ben sigillata. 

Due parole ulteriori: spesso trovo sui libri, anche quelli che mi sembrano bellissimi per le foto e semplicità di spiegazioni, un utilizzo scontato della pectina industriale. Bene, io non l'ho affatto utilizzata e queste due marmellate hanno avuto da sole l'effetto gelatina dato dal loro zucchero naturale. Giusto uno spunto di riflessione...
Share:

Nessun commento

Posta un commento

pipdig