21/06/11

Tradizione Dolomitica: Minestra di orzo e speck per il Contest di Imma

In questi giorni la mia cucina ha visto sfilare piatti di ogni genere, questo grazie ai tanti Contest che ci sono in rete e grazie alla mia voglia costante di provare combinazioni sempre nuove.
Oggi sono felice di proporvi un piatto della tradizione; questa ricetta proviene dalla cucina dolomitica. Ho pensato che il Contest di Imma fosse adatto ad ospitarla  poichè questo piatto appartiene alla nostra tradizione culinaria, montana nel caso specifico.
Prima di addentrarmi nella ricetta, vi devo anticipare che rispetto agli ingredienti originari, la mia unica licenza consiste nell’aver sostituito la carne affumicata con il prosciutto cotto affumicato, per l'appunto. Confesso anche che preferisco l’utilizzo del prosciutto perché, personalmente, non amo mettere in una minestra come questa dei pezzetti di carne. I gusti sono gusti, no?

Fatta questa premessa, ecco gli ingredienti e l’esecuzione:

Ingredienti per due:
orzo perlato 100 gr
speck 100 gr
prosciutto cotto affumicato 50 gr
carota
sedano
cipolla
brodo vegetale
olio evo

Esecuzione: fare tostare leggermente l’orzo (precedentemente ammollato e risciacquato) in poco olio. Aggiungere lo speck e il prosciutto cotto affumicato tagliati sottilmente, mescolare e versare il brodo vegetale. Proseguite la cottura avendo cura di mescolare spesso e aggiungete il brodo necessario, tenete conto che l’orzo ne assorbe tantissimo.
A metà cottura, aggiungere la carota, il sedano e la cipolla tagliati a brunuoise. Aggiungere le verdure a questo punto della preparazione vi permetterà di gustarle nel loro sapore senza che diventino troppo cotte.
A cottura ultimata, lasciate riposare per cinque minuti con il coperchio. Al momento di servire, unite un filo d’olio evo.




Con questa Ricetta partecipo al Contest di Dolci a go go