26/09/11

Lezione I^ di Cucina Classica - Mousse di formaggio con erbe profumate

Nel mese di agosto, ho deciso di iscrivermi ad un corso di cucina classica. Esistono molteplici corsi di cucina, differenti gli uni dagli altri per varietà e per qualità ed in internet si possono trovare tantissime offerte interessanti. Tutto sta a mio parere nel definire lo scopo del corso, avere chiare le aspettative ed infine, per dirla tutta, orientarsi verso un giusto rapporto qualità/prezzo. Vi confesso che nel mio peregrinare tra le pagine web, mi è più volte capitato di approdare alla sezione di corsi professionali e  ci ho fantasticato un po' su...già m'immaginavo alle prese con montagne di ortaggi da pulire e tagliare per poi passare ad esperienze più edificanti in vere cucine di ristoranti. Tornata con i piedi per terra, mi sono detta che se ormai  non è possibile intraprendere un percorso di tipo professionale, nulla preclude il fatto di frequentare dei corsi amatoriali e quindi eccomi qui! 
Un corso di cucina classica è quello che ci vuole per me in questo momento. A parte il piacere di condividere opinioni sul cibo con persone che hanno la mia stessa passione, trovo importante ripartire dall'ABC. Scrivere di cibo significa per me amarlo prima di tutto e conoscerlo. Solo conoscendo a fondo gli alimenti, l'impiego degli ingredienti e le tecniche di base credo sia possibile creare dei piatti equilibrati e realizzati davvero bene. Ecco perché ho deciso di frequentare un corso di 8 lezioni e ...vi confesso che è molto divertente. 
Come ad ogni inizio corso, sulle prime i partecipanti non si sbottonano, si danno del lei, quasi non osano guardare negli occhi l'insegnate chef, parlano a voce bassa, sfogliano la dispensa,cercano con lo sguardo una probabile anima gemella con cui condividere il tagliere o il fornello e così va avanti per il primo quarto d'ora. Poi, dopo avere mondato le verdure, tagliato a julienne o brunoise ed essere stati ripresi dall'insegnante perché magari non si sa nemmeno tenere in mano un coltello (io non c'entro), allora il primo passo è fatto, si inizia a darsi del tu. L'atmosfera comincia ad essere più rilassata quando l'insegnante scorre il programma dei piatti; tutti ascoltano, nessuno prende appunti e viene nominato il fortunato lettore della ricetta che tutto spavaldo (mica tanto a dire il vero) elenca una ad uno gli ingredienti. 

Le preparazioni della I^ lezione sono state:
- maionese
- besciamella
- ragù alla bolognese
- crespelle ai carciofi
- mousse di formaggio con erbe profumate

Le nostre preparazioni sono venute tutte molto bene, su questo nessun dubbio; quella che più mi ha entusiasmata è stata la maionese. L'abbiamo fatta in pochi minuti, con la frusta (non elettrica) e la giusta proporzione tra uova ed olio tutte le nostre ciotole erano perfette, non è impazzita a nessuno di noi!! Incredibile ma vero!
Prima di lasciarvi alla ricetta della mousse al formaggio (che ho replicato a casa), concludo ritornando per un attimo al gruppo di adepti che alle ore 22.00 morivano di fame ed avevano concluso in modo più o meno degno l'esecuzione delle crepes (nessuna caduta per terra, solo una un po' rotta e la mia un po' troppo alta...te pareva). Siamo diventati tutti un po' più allegri e disinvolti quando è arrivato il momento della degustazione. La pasta all'uovo con il ragù aveva un sapore delicato, la carne era ben cotta e il sugo globalmente della giusta consistenza; le crespelle erano equilibrate (ripieno di carciofi e poca besciamella) accostate ad una salsa alle erbe; la mousse di formaggio ha fatto da apertura alla degustazione scatenando così i succhi gastrici quindi...per la prossima lezione una merenda prima di iniziare è d'obbligo! Ecco la ricetta:

Mousse di formaggio con erbe profumate

Ingredienti:
200 gr di robiola
basilico
prezzemolo
erba cipollina
cerfoglio
4 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio di aceto
sale e pepe

Esecuzione: mettere la robiola in una terrina e lavorarla a lungo con un cucchiaio di legno; aggiungere a filo l'olio ed infine l'aceto, il sale e il pepe. Aggiungere le erbe fini tritate e amalgamate tutti gli ingredienti. 
Questa mousse è perfetta accompagnata con verdure crude oppure spalmata su crostini.

Domani sera la II^ lezione!!
P.S.: io mi sono fatta beccare mentre tagliavo i carciofi con il coltello sbagliato. In realtà avevo scelto quello giusto, ma visto che non produceva risultati avevo deciso di provarne un altro e...lo sguardo dell'insegnate si è posato giusto sulle mie mani. Ho iniziato decisamente bene :))