20/09/11

Torta al cioccolato senza farina per la raccolta "Colazione? Sì, grazie!"

La raccolta dedicata alla colazione è conclusa e ringrazio di cuore tutti coloro i quali hanno partecipato. I vostri post hanno colto perfettamente il significato che animava il tema della colazione. 
Molti di voi hanno scritto una ricetta e raccontato il loro modo di vivere questo primo pasto trasmettendo emozioni e condividendo una parte di vita personale. Mi ha fatto molto piacere ricevere le vostre ricette, i vostri commenti e sono lieta di avere fatto nuove amicizie proprio grazie a questa raccolta.
Nei prossimi giorni lavorerò al pdf che vi ho promesso e spero di non deludere le vostre aspettative...abbiate solo un po' di pazienza (work in progress:)

Non potevo non includere in questo post la mia colazione! L'ho tenuta per ultima per potervi ringraziare con questa ricetta dolce e golosa tratta dal libro di Katherine Darling "Non tutto fa brodo" (ve ne parlerò la prossima settimana, promesso!!).


Ingredienti:
100 gr di cioccolato fondente
120 gr di burro
120 gr di zucchero semolato
3 uova grandi
85 gr di cacao amaro in polvere
1 cucchiaio di rum
1 cucchiaino di pasta di vaniglia (non l'ho messa!!!)
un pizzico di cannella in polvere
un pizzico di sale
zucchero a velo per guarnire

Esecuzione: iniziate preparando tutto ciò che vi serve, accendete il forno a 200° e imburrate la teglia.
Tritate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria  con il burro e mescolate fino a quando non sarà uniforme. Togliete dal fuoco e amalgamate con lo zucchero semolato. Aggiungete il rum (e la pasta di vaniglia che io non ho messo) e incorporate i tuorli d'uovo. A parte, montate a neve le chiare e aggiungetele al composto stando bene attenti che non si smontino. A questo punto, setacciate il cacao, la cannella e il sale e mescolate ancora una volta. Versate l'impasto nello stampo e cuocete in forno in posizione intermedia per 25 minuti. La torta sarà cotta quando si formerà una bella crosticina sulla superficie. Una volta cotta, mettete a raffreddare e guarnite con lo zucchero a velo.

Note:
- K. D. suggerisce di imburrare la teglia, di foderarla con la carta da forno e di imburrare anche quella. Bene, io credevo che fosse fanatica invece no!! Ho provato e questa è un'ottima soluzione per estrarre la torta con la base e i bordi perfettamente levigati;
- un suggerimento dato dall'autrice riguarda la riuscita della torta: se dopo la cottura, la parte centrale scenderà leggermente, è possibile rimediare adagiandovi dei frutti di bosco, un fiore aderibile o dei confettini d'argento (mi pare di vederla!).
- la pasta di vaniglia: io l'ho cercata ma senza successo. Non credo che sia determinante per la riuscita del piatto, ma potrebbe servire a dare un po' di consistenza, visto che manca la farina. Nonostante io non l'abbia inserita, vi assicuro che la proporzione degli ingredienti è perfetta per una corretta compattezza;

A me è riuscita benissimo: piuttosto bassa, compatta e dal sapore di cioccolato autentico. La mancanza della farina permette di assaporare il cioccolato al 100%, se utilizzate quello di qualità altissima sarà un successo assicurato.