09/12/11

Cocktail di gamberetti, un classico nel menù delle feste

Ogni volta che  preparo il cocktail di gamberetti non posso fare a meno di ripensare alla mia infanzia, a quando per festeggiare il mio compleanno tutta la famiglia si riuniva per pranzare insieme al ristorante. Erano bei tempi, la memoria sfiora uno ad uno i volti degli zii, dei nonni, dei genitori allora molto giovani ed è facile provare una certa nostalgia per quei momenti. Adoravo andare a mangiare fuori, mi piaceva osservare le persone che chiacchieravano a tavola, chi più tranquillamente, quasi con fare annoiato, chi invece in modo estremamente attivo con il classico tono di voce di chi, arrivato al dessert, ha bevuto quel bicchiere in più da non potere essere più in grado di controllare il tono di voce. Il mio sguardo si perdeva sulle pareti, sui quadri, nel riflesso delle tende davanti alle finestre, nei giochi di luce sui piatti, sui tavoli apparecchiati, sulle candele, sui centro tavola, sulle posate, sui carrelli dei dolci e sull'andirivieni dalle cucine.  Il cocktail di gamberetti era il mio antipasto, quello del giorno del compleanno insomma e lo è stato per tanti anni, fino a quando si sono tenuti questi pranzi. Il cocktail della mia infanzia si presentava in coppe di vetro a calice, la salsa rosa avvolgeva i gamberetti e le foglie di lattuga erano tagliate a striscioline sottili; non ricordo che ci fosse del prezzemolo, per questo motivo non l'ho inserito nella ricetta che vi propongo.  Mi piaceva il contrasto dolce dei gamberetti con il sapore del cognac, lo adoro tuttora ad essere sincera, in tutta la sua freschezza.

Ingredienti per 4 persone:
foglie di lattuga
400 gr di gamberetti
limone
salsa cocktail

Esecuzione: scottate i gamberetti in acqua leggermente salata e fateli raffreddare. In una coppetta distribuite le foglie di lattuga lavate e ben asciugate, adagiatevi i gamberetti che avrete mescolato con la salsa cocktail e servite.


Note:
- un modo alternativo per presentare questo antipasto è di servire i gamberetti con la salsa all'interno di un'unica grande foglia di lattuga in piattini individuali;
- per un contrasto maggiore, potete sostituire le foglie di lattuga con il radicchio, più amaro tagliato a striscioline molto sottili;
Share:

10 commenti

  1. Lo dico???...no non lo dico....vabbè lo dico...non li ho mai fatti così, solo mangiati...spesso le cose più buone si lasciano indietro a discapito della facilitàdi realizzazione!
    Certo che negli anni '80 era un classico!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. Un classico ma sicuramente ottimo!!!!

    RispondiElimina
  3. E' un classico che però nelle occasioni importanti a casa mia non manca mai!

    RispondiElimina
  4. Ohhhh davvero splendida ed elegante servita nella foglia di insalata! segnato per Natale! baci

    RispondiElimina
  5. sei elegantissima, come dubitarne, ma.... come ho scritto anche a stefania e la sua insalata russa, io e la maionese abbiamo dei grossissimi problemi di comunicazione.... non ce la famo!
    :)
    bacio vale!

    RispondiElimina
  6. Non c'è Natale senza il cocktail di gamberetti! E' un classico, ma sempre molto apprezzato! E' stragoloso!

    RispondiElimina
  7. complimenti un natale che si rispetti ci vuole il coktail di gamberi brava mi sono aggiunta se ti va passa

    RispondiElimina
  8. Il cocktail di gamberetti è sempre un successo assicurato. Buonissimo.

    RispondiElimina
  9. Sarà, ma con i classici non si sbaglia mai.
    E' sicuramente buonissima.
    Io lo faccio in una versione diversa ma è sempre una di quelle cosa che non si avanzano.
    Bacioni

    RispondiElimina
  10. Sarà anche un classico, ma per me sulla tavola di Natale ci deve essere. Molto elegante la tua versione. Buon weekend, Babi

    RispondiElimina

Template Created by pipdig