26/12/11

Cosa faccio con la farina di mais? Stelline e pizzette

Innanzi tutto buon Santo Stefano! Avete trascorso bene il Natale? Festeggiate anche oggi? Da me si fa un po' per uno, il Natale a casa mia e il 26 dai miei suoceri, quindi anche oggi staremo pigramente a tavola a goderci un brodo caldo, frutta secca e ancora panettone. E poi adesso bisogna pensare a come smaltire - non i chili di troppo, per questo c'è tempo - intendo gli avanzi ed inventarsi piatti che siano stuzzicanti e creativi. Chi ha preparato la maionese avrà senz'altro messo da parte le chiare (vero??), io le utilizzerò per una glassa reale e per decorare il panettone e biscotti; è avanzato anche del cappone ripieno di marroni...credo che ne farò un rotolo avvolto nella sfoglia, vedremo...

Ma ora vi lascio due ricette a base di farina di mais. La farina di mais viene utilizzata per fare la polenta, ma non solo. A Milano abbiamo il Pan meino - pan de mej - delizioso nella sua dolcezza e morbidezza; con questa farina possiamo arricchire minestre delicate e renderle cremose ma rustiche allo stesso tempo; possiamo fare delle frittelle, budini, insomma un'infinità di ricette. 
Queste due che vi propongo nascono in occasione del contest di Love at First Bite; io ho scelto la polenta e ho preparato due antipasti: capesante adagiate su una stella di polenta e pizzette monoporzione da servire tiepide. 

STELLE DI POLENTA E CAPESANTE

Ingredienti per 2 persone:
farina di mais
sale
4 capesante
burro
sale
pepe
salsa worcestershire

Esecuzione: preparate la polenta come d'abitudine (fate una porzione per due come se fosse un contorno), lasciate raffreddare ed indurire la polenta e ricavatene delle stelle con le formine da biscotti (adoro la versatilità degli utensili in cucina ;) Fate scottare le capesante (lavate ed asciugate) in poco burro, salate, pepate leggermente ed aggiungete due cucchiaini di salsa worcestershire. Adagiate la stellina di polenta all'interno della conchiglia, appoggiatevi il mollusco e servite tiepido.

Note:
- per ottenere delle forme regolari, quando stendete la polenta, cercate di rendere il più possibile omeogenea la superficie e di mantenere lo stesso spessore (un po' come se si trattasse di biscotti);
- di solito, quando accompagno il pesce alla polenta scelgo quella bianca che risulta più delicata, ma...in questo antipasto insolito il contrasto con il mollusco non mi dispiace, l'aggiunta della salsa dice tutto!





PIZZETTE MONOPORZIONE

Ingredienti:
farina di mais
sale
olio di oliva
passata di pomodoro
capperi
stracchino
filetti di acciuga
olive nere

Esecuzione: preparate come sopra una polentina per due persone, piuttosto morbida. Ungete con l'olio di oliva l'interno di piccoli pentolini antiaderenti, distribuitevi la polenta creando un leggero avvallamento nel centro dove andrete a posizionare la farcitura. Aggiungete un filetto d'acciuga, due cucchiai di passata di pomodoro, un cucchiaio di stracchino, capperi e olive. Infornate a 200° per 10 minuti e servite tiepide le vostre pizzette.



 Buona settimana! 

Con queste ricette partecipo al contest di Love at First Bite
Share:

20 commenti

  1. Ottime idee Valentina
    Oggi anch'io preparo le capesante visto che ho mia madre a pranzo e lei le adora
    Bacioni

    RispondiElimina
  2. Ottime ricettine! Adoro la polenta!

    RispondiElimina
  3. Sono bellissime queste cosine! Il problema degli avanzi è una piaga.. restano in frigorifero per giorni e giorni.. Il mio Natale invece è stato in famiglia a pranzo, con gli amici la sera della vigilia, per fortuna oggi ho a disposizione una giornata per pigreggiare e dedicarmi agli affari pre-partenza!
    a presto:*

    RispondiElimina
  4. una delizia...se questi sono gli "avanzi" non oso immaginare il vero pranzo!!!! ancora tanti auguri e bravisssima!!! :-)))

    RispondiElimina
  5. L'ideale sarebbe non far avanzare niente, ma questa si che sarebbe una vera impresa, comunque questo utilizzo della polenta è davvero chiccoso!
    Buon santo stefano
    loredana

    RispondiElimina
  6. Ciao, due ricette che sono una vera chicca! Anche noi cerchiamo sempre di riutilizzare la farina di mai per altre preparazioni, che non siano la classica polentina!
    Tra le stelline e le pizzette...non sappiamo dirti quale faremmo prima...ma stai certa che le proviamo!
    baci baci e buone feste.

    RispondiElimina
  7. Come resistere a queste pizzette!! Davvero molto molto carine.

    RispondiElimina
  8. Ciao Valentina,ci ispirano molto le tue capesante. Buone Feste.

    RispondiElimina
  9. Ciao Valentina, ci siamo unite anche noi, così non ci perdiamo nulla. Non conoscevamo il tuo blog, ma da quel poco che abbiamo visto merita davvero!
    Un abbraccio
    Alessia & Tiziana

    RispondiElimina
  10. ciao Valentina, auguroni anche a te!!!! Purtroppo non sono riuscita a passare da tutti, un po' per il poco tempo a disposizione e un po' per la connessione lentissima degli ultimi giorni.
    Veramente sfiziose queste due ricette con la farina di mais.
    bacioni sabina

    RispondiElimina
  11. Oggi ennesimo pranzo! Forse siamo alla fine. Comunque a vedere le tue stelline e pizzette mi torna la fame. Sono bellissime! Babi

    RispondiElimina
  12. Ciao grazie per essere passata nel bio blog e buone feste. Le tue ricette sono davvero interessantissime e poi... adoro le cape sante!!!!!!
    A presto, ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Hei ma che belle presentazioni,complimenti!!

    RispondiElimina
  14. quanto mi piaccioo!!!!
    bravissima, in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  15. che belle idee sfiziose!!!!baci!

    RispondiElimina
  16. grazie vale tesoro! sono stupende queste ricettina! spero proprio di conoscerti a gennaio! le ho inserite nel contest! good luck :-) scusa il ritardo! bacione

    RispondiElimina
  17. Ma che idea carina queste pizzette a stella ;))

    RispondiElimina
  18. Bellissime idee! ... Anche quelle citate per gli avanzi sono davvero invitanti! Bravissima!!

    RispondiElimina
  19. Bravaaaaaaaaaaaaaaaaaa, adoro le capesante! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Template Created by pipdig