27/07/11

27/07/11

Quasi in partenza e … lavori in corso!

Carissimi e Carissime,

sono in arrivo anche per me le tanto sospirate ferie e vi voglio salutare come si deve prima della partenza.
Durante la mia assenza cercherò di pubblicare qualche post, ma questo dipenderà quasi essenzialmente dal funzionamento dei potenti mezzi tecnologici. Già, perché quest’anno andremo in montagna per un mesetto e non so dirvi come me la potrò cavare con la rete!! Devo confessare che mi rendo conto di quanto io sia ormai Internet dipendente, non c’è nulla da fare. Non posso stare senza leggervi e senza scrivere almeno due volte alla settimana.
Se da una parte quindi sarò latitante per le mie vacanze ad alta quota, dall’altra lo sarò anche (probabilmente) per dei lavori di ristrutturazione del blog. Sì, perché agli sguardi più attenti non sarà sfuggito il nuovo dominio su sui punta l’attuale Una stecca di Vaniglia. Da qualche parte bisogna pur iniziare, e intanto il dominio è cambiato; per il resto vi riservo le sorprese tra qualche tempo, il necessario per fare le cose al meglio. Non ve ne abbiate a male se vedrete sparire link ai vostri blog o contest/raccolte, sono solo temporaneamente assenti.

Che dire, auguro a tutti voi uno splendido mese di agosto e spero che questo vi porti anche delle buone e golose idee per la mia Raccolta dedicata alla Colazione, vi aspetto a settembre!!

Un abbraccio e grazie,

Valentina 



25/07/11

25/07/11

Crostatina di yogurt e kiwi

Una crostatina leggera, farcita di yogurt e kiwi per una merenda fresca in questi pomeriggi d'estate. Dovrete occuparvi solo dell'impasto e della sua breve cottura; poi vi basterà aggiungere lo yogurt e la frutta  e mettere in frigo per una mezz'ora.

Ingredienti per 4 crostatine:
Per l'impasto:
35 gr di burro
70 gr di zucchero
105 gr di farina
1 uovo
30 gr di yogurt naturale

Per la farcitura:
2 cucchiai di yogurt alla frutta
4 cucchiai di Philadelphia
2 kiwi
30 gr di zucchero semolato

Esecuzione: prima di tutto occupatevi della pasta.Unite lo zucchero all'uovo e mescolate bene, aggiungete il burro ammorbidito, la farina, lo yogurt naturale e lavorate il tutto con le mani. Quando l'impasto sarà compatto, avvolgetelo in una pellicola e mettetelo in frigo per mezz'ora.
Riprendete la pasta, stendetela con il mattarello e ricavate le forme adatte ai vostri stampi per le crostatine. Imburrate gli stampi e adagiate la pasta. Mettete in forno preriscaldato a 160° e fate cuocere per 20 minuti.
In una ciotola unite il philadelphia allo yogurt e allo zucchero e mescolate in modo che lo zucchero si insaporisca bene il formaggio e lo yogurt. Tagliate a rondelle i kiwi privati della loro buccia.
Una volta estratte le crostatine dal forno, lasciate raffreddare e distribuite il ripieno in ognuna di esse. Adagiate alla fine le fettine di kiwi e mettete in frigo per una mezz'ora.

Consiglio: per la farcitura io ho scelto lo yogurt con lo stesso gusto della frutta fresca, quindi al kiwi. Ma nulla vi vieta di giocare con i contrasti ;=)

Buona merenda e buona settimana!



Con questa ricetta partecipo al Contest di Silvi's Kitchen, "Yogurtando".

21/07/11

21/07/11

Bruschette veloci con cannellini, tonno e pomodori

In questi giorni la pigrizia si è impossessata di me, non oso immaginare come andranno le cose tra una settimana, quando non ci saranno più gli orari a scandire le mie giornate... 
Per assecondare la mia indolenza, ho trovato una soluzione rapida e di una bontà assoluta per un aperitivo con i fiocchi, queste bruschette che adesso vi spiego:

Ingredienti per 2:
pane per bruschette
2 pomodori piccoli
80 gr tonno sott'olio
sale
pepe
Per la cerma:
cannellini già cotti (in scatola)
succo di limone
sale
pepe
olio extra vergine di oliva

Esecuzione: affettate i pomodori e lasciateli scolare, in modo che perdano l'eccesso di acqua.  Tostate il pane per la bruschetta, al formo oppure con l'aiuto di una piastra. 
Ora, occupatevi della crema di cannellini che vi servirà da base per la farcitura della bruschetta. Frullate 4 cucchiai di cannellini con un cucchiaino di limone, aggiungete a filo l'olio in modo da ottenere una crema liscia e morbida, salate e pepate leggermente. Distribuite la crema sul pane, adagiatevi le fette di pomodoro, il tonno e se vi piace qualche foglia di rucola o insalata. 

Personalmente non amo l'aglio, quindi non l'ho utilizzato in questa preparazione, ma se vi piace potete aggiungerlo nella crema mentre frullate tutti gli ingredienti. 

I due punti forte di questa bruschetta sono la rapidità di preparzione e la bontà del mix di sapori;
il punto debole sta nella consistenza del piatto, se lo proponete come antipasto state attenti a non abbondare con le dosi altrimenti non riuscirete a mangare altro!!

A presto!

17/07/11

17/07/11

Antipasto di Spaghetti di riso con gamberi

Un antipasto semplice e veloce, adatto per una domenica di relax in cui spadellare può non essere tra i primi desideri...

Ingredienti per 2:
8 gamberi
spaghetti di riso 1 nido
salsa di soia
peperoncino
zenzero
limone
1 cucchiaino di zucchero
sale
olio di semi di sesamo o di arachidi
semi di sesamo

Esecuzione: in una padella fate rosolare dolcemente i gamberi precedentemente lavati e privati degli intestini. Una volta dorati, metteteli da parte. Preparate una salsina di accompagnamento unendo in una piccola ciotola la salsa di soia, il peperoncino macinato, 1 cucchiaio di zenzero in polvere, 1 cucchiaino di zucchero e qualche goccia di limone. Per gli spaghetti di riso vi basterà seguire le istruzioni che troverete sulla confezione, in genere uguali per tutte le marche (tempi a parte). Li dovete ammorbidire gettandoli in acqua bollente leggermente salata per qualche minuto (circa 5’), scolateli e poi procedete al condimento e guarnizione del piatto.
Disponete gli spaghetti di riso alla base di una ciotola o su un piatto da antipasto, aggiungete i gamberi, spolverizzateli con i semi di sesamo e versateli la salsa di soia arricchita dal peperoncino e dallo zenzero.

P.S: se volete, potete saltare gli spaghetti in una padella aggiungendo prima il condimento e servire in tavola il piatto già arricchito da tutti i suoi sapori. Personalmente preferisco portare la salsa in tavola in modo che ognuno si versi la quantità che preferisce.




Buona domenica,

Valentina

13/07/11

13/07/11

Soufflé glacé alla menta con lamponi

Quando ho letto il post di Loredana e ho capito in cosa consisteva la sfida, mi sono messa le mani nei capelli. Alcuni pensieri si sono accavallati rapidamente nella mia mente: 1) questo è peggio del kaki-age; 2) no, non può essere peggio, come ho fatto il fritto, faccio anche il soufflé glacé; 3) cos’è sto soufflé glacé, io di solito faccio il classico soufflé in forno!!?? Cercherò, c’è tempo; 4) ma come ho fatto a pensare di potete partecipare all’MTC!! Questa volta ho esagerato! E via dicendo…alla fine l’ansia e lo sconforto hanno lasciato spazio (dopo qualche giorno) alla creatività e alla fine ho trovato la mia soluzione.
Premetto che prima di essere approdata a questa versione con questo esatto abbinamento di sapori, ho stilato una lunga lista di opzioni che poi ho cancellato progressivamente, del tipo: menta + cioccolato nero; menta + cioccolato bianco; menta + cioccolato + peperoncino (deliravo); menta + fragole (rinsavivo)…ed ecco qua la versione finale.
Altra premessa: mi sono basata sul post di Loredana, poi ho apportato le dovute modifiche per assecondare i miei gusti e le esigenze imposte dagli ingredienti. 
Et voilà:

Ingredienti per 6 verrines:
250 gr di yogurt bianco
3 albumi
un pizzico di sale
200 gr di zucchero a velo  per il soufflé + 50 gusto fragola per la panna
100 ml di acqua
500 ml di panna montata (250 per soufflé +250 per guarnizione)
3 cucchiai di sciroppo di menta
foglie di menta
circa 20 lamponi

Esecuzione: ho iniziato mettendo in frigo tutto ciò che serviva per preparare il soufflé, e quando dico tutto è veramente  tutto, frusta, verrines, contenitori compresi in modo da utilizzare tutto al meglio (specie in questi giorni di caldo incessante). Ho montato a neve gli albumi con un pizzico di sale e li ho messi in frigo; ho sciolto lo zucchero nell'acqua e lo ho lasciato raffreddare. A questo punto ho aggiunto lo sciroppo agli albumi montati e ho rimesso il tutto in frigo. 
A parte, in una ciotola capiente ho unito lo yogurt a 250 ml di panna montati con l'aggiunta di 50 gr di zucchero a velo, ho aggiunto i 3 cucchiai di sciroppo alla menta e solo alla fine gli albumi. Ho distribuito il composto nelle verrines e ho messo in freezer. 
Per la guarnizione, ho montato i restanti 250 ml di panna con lo zucchero a velo rosa gusto fragola per conferire un colore omogeneo che tende al rosa, ho aggiunto qualche lampone e ho messo in frigo.
Nella preparazione finale, ho disposto qua e là dei lamponi sui soufflé e ho accompagnato con la panna rosa fragola contenente qualche lampone.



Devo dire che per me non è stato facile perché non conoscevo il soufflé glacé (perdonate l’ignoranza e la mia sincerità) e per questo mi rimaneva ostico trovare un abbinamento che calzasse non solo con i sapori ma anche con la consistenza del soufflé. Ho fatto, come sempre, la “prova marito” che ha detto ok (come l’Uomo del Monte che ha detto Sì) e le 6 coppette ce le siano divorate vergognosamente in 2.

Spero vi piaccia e, visto che questa per me è la seconda sfida ma per tutti l’ultima prima delle tanto attese vacanze, vi abbraccio tutti virtualmente e vi auguro una Buonissima Estate di RIPOSO!!

A presto,

Valentina 

 Con questa ricetta partecipo all'MTC di Luglio

12/07/11

12/07/11

Pollo al curry con cocco

Una ricetta facile, di veloce realizzazione e dai sapori avvolgenti…cocco e curry, un connubio stuzzicante!
Un piatto adatto per tante occasioni, anche in queste calde giornate in cui stare ai fornelli piace sempre ma diventa una sfida alla resistenza fisica. Questa ricetta prevede la cottura della carne, ma vi assicuro che fatta a fuoco lento, come vi raccomando,non vi deluderà specialmente se gusterete il piatto tiepido!

Ingredienti per 2:
250 gr petto di pollo
olio di semi
sale
pepe
1 cucchiaino da tè di curry
un bicchiere di latte
1 cucchiaio di panna liquida
4 cucchiai farina di cocco

Esecuzione: tagliate il petto di pollo a pezzetti regolari. Fate scaldare in una padella un filo di olio di semi, aggiungete il pollo e fatelo rosolare dolcemente fino a quando non si sarà dorato in superficie. A questo punto, salate e pepate leggermente. Procedete la cottura a fioco lento aggiungendo nell’ordine: il latte dove avrete sciolto il curry, la panna liquida e la farina di cocco. Quando il liquido si sarà assorbito, lasciate intiepidire e spolverizzate con della farina di cocco e servite in tavola.
E’ importate che la cottura sia lenta in modo che la carne si cucini bene all’interno e perché i sapori si mantengano inalterati. 


07/07/11

07/07/11

Crostata di ricotta con pomodori e zucchine a crudo

Una ricetta fresca a base di verdure e con un velo leggero di ricotta. La cottura riguarda esclusivamente la pasta frolla, metre per le verdure è necessario semplicemente grigliare la zucchina. Ecco le dosi e la modalità di preparazione:

Ingredienti:
pasta frolla 1 confezione
125 gr ricotta vaccina
1 zucchina grande
2 pomodori
sale
pepe
olio extra vergine di oliva
pesto

Esecuzione: svolgete la pasta frolla dall’involucro e adagiatela su uno stampo da crostata con la sua carta da forno. Correggete i bordi della pasta in modo che il loro profilo diventi uniforme e infornate a 180° per circa 15 minuti. Togliete dal forno e lasciate raffreddare. Mentre la pasta si cuoce, per guadagnare tempo (cosa che non guasta mai), grigliate la zucchina che avrete tagliato sottilmente per il lungo. Conditela con poco olio, sale e pepe e mettete da parte. Tagliate a fettine sottili a anche i pomodori, avendo l’accorgimento di farli prima scolare della loro acqua (basta tagliarli, salarli leggermente e lasciarli da parte per circa un’ora).
A questo punto, potete farcire la crostata. Spalmate la ricotta sulla superficie della pasta, distribuite in primo strato di zucchine e un secondo strato di pomodori. Per dare un gusto un po’ più deciso al piatto, aggiungete un po’ di pesto che avrete diluito con poca acqua sui pomodori. Ed ecco fatto, una crostata da gustare fredda con i sapori della nostra amata estate!

Buon pomeriggio!



Con questa ricetta partecipo al Contest di Vaniglia, Zenzero e Cannella

04/07/11

04/07/11

Bicchierini di Feta,gamberi e creme multicolor

Ieri è stata una domenica divertentissima e ricca d’attività. In mezzo a tanto da fare serviva un pranzo leggero ma gustoso e, come tutte le domeniche, non ho saputo negarmi un antipasto. 
Questo che vi consiglio è un antipasto veloce da preparare e molto semplice. Inoltre, ho utilizzato la Feta in onore della Raccolta di Ornella e vorrei dirvi in due parole perché mi piace la Feta:
- come tutti sapete questo formaggio tipicamente greco, oltre ad essere di un colore bianchissimo (il ché lo rende molto bello da vedere) è anche magro, visto che è ottenuto dal latte di pecora e di capra. Il fatto di essere magro mi permette di utilizzarlo spesso nelle insalate, torte salate e in antipasti come quello di oggi senza urtare la sensibilità di mio marito perennemente a dieta (!!);
- il suo sapore unico e inconfondibile deriva dalla buona prassi dei pastori greci che prevede di lasciare pecore e capre pascolare liberamente e nutrirsi di tutte quelle erbe che conferiscono al latte, e quindi al formaggio, un sapore particolare, direi quasi aromatico. Ecco perché, in questo antipasto ho pensato di moderare il sapore intenso del formaggio con dei sapori più delicati come quello della zucca.

Ingredienti per due:
Feta: 3 fette larghe 1 cm
1 zucchina
olio evo
sale
pepe
8 gamberi (o mazzancolle)
crema di zucca (pronta)

Esecuzione:
lavate i gamberi, sgusciateli e levate gli intestini con l’aiuto di uno stuzzicadenti. Fate scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente, scottate i gamberi, salate e pepate leggermente, dovranno risultare dorati; metteteli da parte.
Lavate la zucchina, tagliatela a pezzi e frullatela. Aggiungete poco sale e un filo d’olio in modo che la crema si amalgami.
Tagliate la Feta a piccoli tocchetti e mescolatela alla crema di zucchina.
A questo punto, potete preparare i bicchierini: disponete alla base la Feta insaporita dalla crema di zucchina, aggiungete a questo primo strato la crema di zucca e guarnite con i gamberi.
Mettete in frigo per mezz’ora e gustate con un vino bianco delicato, io trovo molto adatto quello consigliato per i piatti di Suschi.

Nota: se non avete a disposizione la crema di zucca, potete fare due cose:
1) prendere della zucca fresca, bollirla, schiacciarla e mescolarla con olio evo, sale e pepe;
2) sostituire la zucca con del mais anch’esso frullato a crudo e leggermente saporito con sale e pepe.
L’ideale è rimanere su dei sapori dolci che creano del contrasto con il sapore della Feta.

 







Con questa ricetta partecipo alla Raccolta di: Il giardino dei sapori e dei colori

RECENT STORIES

translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...