30/01/12

Gelato alla ricotta e pistacchi, la mia vena Fusion

Ho iniziato l'anno in un modo decisamente alternativo, mai come oggi mi sento incuriosita da ciò che mi circonda e desiderosa di esplorare nuovi confini. Ad essere sincera, negli ultimi tempi sento spesso il desiderio di prendere un aereo e di andare lontano. Voglia di scappare? Desiderio di evasione? Noia? Noia certo no, di quella nemmeno l'ombra, no non è quello. E' solo una gran voglia di recuperare quel senso di leggerezza che ti arriva quando sei in vacanza, quando guardi il mondo con occhi diversi, quando ti senti creativa e pensi che da un momento all'altro ti arriverà l'idea giusta. Bene, detto questo, rimane il fatto che il calendario parla chiaro, niente vacanze fino a Pasqua, al massimo un week-end! Ma io non mi faccio intimorire dalla severità del calendario, ho un'alternativa...e questa è racchiusa  tra le pagine dei miei libri. 

I libri di Cucina Internazionale sono quelli che amo di più. Già lo sapete che ho un debole per la Cucina Internazionale, il Contest dell'anno scorso un po' ve lo ha provato. Sono riuscita a trovare dei libri bellissimi, non solo con ricette provenienti da tutto il mondo, ma anche una selezione di foto che mi hanno fatto viaggiare, almeno con le emozioni.

L'utlimo mio acquisto però, mi ha portato verso la Cucina Fusion. Fusion Food, World Food, un mix di tradizioni culinarie riproposte in modo nuovo, creativo e per me molto affascinante. Ed eccomi quindi alle prese con hummus di piselli, spaghetti di riso fritti, noodles con verdure,cardamomo e spezie di vario genere.
Il gelato che vi propongo è tratto dal libro di Chae Rin Vincent, "Cuisine Fusion Nouveax Basics".
Non ho rispettato al 100% la ricetta perché non ho utilizzato il cardamomo e perché non ho utilizzato la gelatiera. Solo un gran mescolare (nemmeno troppo a dire il vero) e poi freezer, tutto qui! 

GELATO ALLA RICOTTA E PISTACCHI

Ingredienti per 3 persone:
250 gr di ricotta vaccina
75 ml di panna liquida
75 gr di zucchero semolato
15 gr di pistacchi non salati

Esecuzione


mescolare la ricotta con la panna e lo zucchero fino a quando la ricotta sarà diventata morbidissima, quasi una mousse


frullare i pistacchi, in modo grossolano


 aggiungere i pistacchi alla mousse di ricotta, distribuire il composto in una vaschetta da posizionare coperta da pellicola in freezer. Tempo stimato di riposo: 5 ore.

Trascorso questo tempo, distribuire in coppette come d'abitudine.


Un gelato delicato, dal gusto inconfondibile di ricotta e tempestato da frammenti di pistacchio. Da provare!
Dedico questa ricetta a Batù, al suo primo Contest dedicato agli antipasti e ai dessert. 

Trovate le varie tappe della preparazione non certo perché questa sia complessa, ma perché questa era l'unica regola del Contest di Batù...mi pare giusto rispettarla, no?


La mia fonte d'ispirazione, più nel dettaglio:

Titolo: Cuisine Fusion
Autore: Chae Rin Vincent
Editore: Editions de La Martinière
Data di pubblicazione: 05.09.2011
ISBN: 2732446319 
ISBN 13: 9782732446318
Altre informazioni, qui 




Con questa ricetta partecipo al contest di Batuffolando
Share:

28/01/12

Black and White Total Chic, the Winners are…

Buongiorno a tutti e buon sabato! 
Siete curiosi di conoscere i vincitori? Avete ragione,eccome se ne avete, considerata la quantità e la qualità delle ricette che ci avete spedito!

Prima però consentitemi di spendere qualche parola su questa prima tornata in Black&White Total Chic. Ci avete stupite, a volte persino commosse con la vostra partecipazione. Ci avete dato segno della vostra amicizia, della stima e di grande voglia di mettervi in gioco. Grazie per questo regalo che ci avete voluto fare.  Spero che anche le proposte che vi faremo per i prossimi mesi vi portino lo stesso entusiasmo e voglia di partecipare, noi ce la metteremo tutta!

Mi piacerebbe nominarvi tutti, uno ad uno perché ognuno di voi ha proposto la sua versione B&W in modo differente e meraviglioso. Avete fatto un lavoro stupendo! Ma siccome le regole sono regole (e a volte vanno anche trasgredite), io e Cinzia ci siamo inventate delle piccole aggiunte. In effetti non stiamo trasgredendo nulla, abbiamo solo trovato un modo per parlare un po’ di più di voi.
Cosa abbiamo escogitato? Delle Coppe tutte per voi … un altro piccolo cadeau che speriamo vi faccia piacere.

Ma procediamo con ordine, ecco a voi i Vincitori del mese di Gennaio:

1° PREMIO


Un piatto che riprende il tema geometrico del Design. Una proposta originale dove gli ingredienti sono valorizzati attraverso l’incontro di consistenze diverse. La crema di ceci neri accoglie la tagliatella di riso croccante, ceci e riso vestiti a festa!

Subito sulla nostra Home Page per tutto il mese di febbraio, fino alla proclamazione del prossimo vincitore!

2° PREMIO



I bicchierini si alternano in modo quasi musicale. Si ritrova l’armonia nei sapori e nelle forme. I due tipi di riso, accompagnati da consistenze differenti, diventano accattivanti  e…un trionfo di Black and White.

3° PREMIO


Un dessert raffinato ed elegante. Grande manualità e capacità di spingersi oltre.In poche parole: Total Chic!

E adesso le Coppe!

COPPA FEDELTA’



Con la sua carica di energia e di entusiasmo ci ha sommerse di ricette B&W, da semplicissimi stuzzichini fino alla pasta fatta in casa spaziando dal raviolo, alla lasagna  per approdare infine alla tagliatella. Antonella, vogliamo vederti all’opera anche il prossimo mese con tanta voglia di divertirti.

COPPA NO LIMITS
ladies marmelade
 
Ile flottante salata in bianco e nero - Scampi&Guinnes

Quando si dice “uscire dagli schemi", ecco, loro ci riscono eccome!! Un'Isola galleggiante del tutto reinventata e in versione salata. Evviva il pensiero alternativo!

COPPA ORIENT EXPRESS

Sushi negativo positivo

E qui inizia il nostro viaggio verso l’Oriente con questo Sushi scomposto, ricomposto, reinventato e tanto amato!

Ma eccoci ora all’ultima sorpresa! Ultima per questa volta perché non garantisco per il futuro.
Siccome le ricette sono tante e sono stupende, siccome siamo donne, mamme e lavoratrici ed amiamo la praticità oltre che alla bellezza estetica dei piatti, che ne dite di gustarvi un paio di Menù a tema Black and White Total Chic a casa vostra?

Andiamo da Cinzia, ci proporrà due Menù con alcune proposte scelte tra le vostre ricette. Ecco il nostro piccolo Cadeau per voi. Speriamo possa rendervi felici.

Per i Menù, cliccare QUI

Ci aggiorniamo il 1° di Febbraio con il prossimo colore e per l’occasione saremo ospiti di Cinzia!

Ciao a tutti,

Vale
Share:

26/01/12

Rillettes de saumon per la mia rubrica "Paris dans l'assiette" by Malvarosa

E' con immenso piacere che vi presento la mia nuova Rubrica, ospitata da Malvarosa Edizioni!
Paris dans l'assiette è uno spazio dedicato alle mie ricette tratte dalla cucina francese. Ogni due settimane proporrò un piatto appartenente alla tradizione gastronomica francese; molto spesso vi saranno piatti celebri, altre volte vi faranno la comparsa ricette meno conosciute, ma ugualmente degne di nota!

Le Rillettes de saumon inaugurano la rubrica, spero vi piacciano. Si tratta di un antipasto a base di salmone, veloce da preparare e stuzzicante.


Per la ricetta cliccate qui
Share:

23/01/12

Tagliatelle al curry, tofu croccante e morbide verdure

Dove ci porta l'MTC del mese di gennaio? Ci conduce alla pasta fatta in casa, quella tirata a mano con il mattarello e più precisamente alle tagliatelle! Che dire...una prova interessantissima, focalizzata sull'abilità nel maneggiare l'impasto ma più ancora nel destreggiarsi con il mattarello per tirare la sfoglia sottilissima. Il post di Alessandra ha spiegato molto bene le dosi e il procedimento, inoltre per mia fortuna al corso di cucina dello scorso anno avevamo lavorato la pasta e questo è stato senza dubbio di aiuto. Quello che mi aveva affascinata osservando il lavoro dello chef era la semplicità e la rapidità nell'ottenere il risultato. In effetti in pochissimo tempo aveva unito gli ingredienti, impastato, tirato e tagliato e...si era raccomandato di fare riposare la pasta per quella mezz'ora che ci garantisce una lavorazione rapida e un risultato eccellente; sante parole...ed eccoci qui quindi, alla mia ricetta.
Ingredienti per 3 persone:

per la pasta:
200 gr di farina
2 uova (peso complessivo 100 gr)
un cucchiaio d'olio

per il condimento:
1 peperoncino dolce verde
1/4 di peperone rosso (70 gr)
50 gr di tofu al naturale
1 uovo
pane grattato
cipolla rossa
1 cucchiaino di zucchero
olio evo
olio di arachidi
1 cucchiaio colmo di curry in polvere
200 ml di latte di cocco
sale
pepe

Esecuzione:
la pasta: mettere sulla spianatoia la farina, aggiungere al centro le uova (rotte in una ciotola a parte per controllarne la bontà), sbattere con la forchetta le uova facendo in modo che i rebbi piano piano raccolgano la farina a contorno.Aggiungere un cucchiaio di olio evo e impastare fino a quando la pasta diverrà compatta, liscia ed elastica. Per verificare l'elasticità si può fare una piccola prova: affondare leggermente un dito nell'impasto e verificare che la pasta si ritiri velocemente, se è così, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo per mezz'ora. Trascorso questo tempo, lavorarla con il mattarello fino a quando diventerà una sfoglia sottilissima; lasciarla riposare sulla spianatoia qualche minuto perché si asciughi ulteriormente prima di tagliarla; avvolgere la sfoglia e tagliare le tagliatelle.

Condimento:
tagliare un po' di cipolla rossa a rondelle, farla appassire a fuoco medio su poco olio evo e mettere da parte aggiungendo a riposo un cucchaino di zucchero; tagliate il peperone rosso a piccoli tochetti, farlo saltare in padella con un filo d'olio, aggiungere un pizzico si sale e di pepe e metterlo da parte; fare la stessa cosa con il peperoncino verde dolce; scigliere il curry nel latte di cocco e scaldarlo all'interno di una casseruola capiente, adatta ad accogliere successivamente le tagliatelle scolate; tagliare a piccoli cubetti il tofu, passarlo nell'uovo sbattuto e impanarlo, friggerlo in olio di arachidi e metterlo a riposo sulla carta assorbente; in sostanza vi ritroverete con tutti gli ingredienti pronti e separati, daaggiungere alla fine della preparazione.

per finire: cuocere la pasta come d'abitudine, scolarla e passarla nella casseruola con il latte di cocco e il curry, mescolare bene perché questa accolga uniformemente il condimento;distribuire le tagliatelle nei piatti, aggiungere una cascata di tofu croccante, aggiungere il peperone rosso, verde e la cipolla ingentilita dallo zucchero.

Note:
- per la pasta: io ho aggiunto dell'olio perché le uova pesavano 50 gr l'una e quindi l'impasto necessitava di ulteriore morbidezza;
- l'unica particolarità per quanto riguarda il condimento consiste nel procedere a cotture separate: questo vi permetterà di gustare ogni singolo ingrediente perché i sapori non verranno coperti dal curry che invece condirà la pasta;







Con questa ricetta partecipo all'MTC di Gennaio
Share:

20/01/12

Orzotto con porro e cavolo, very comfort food

Una zuppa d'orzo per la cena della domenica sera, un piatto caldo, ristoratore, l'ideale dopo una giornata trascorsa fuori casa....comford food per l'appunto. Questa è la seconda ricetta dedicata ad Ambra e alla sua Piccola bottega di campagna.
Siete pronti? Ricettina facilissima, da tenere presente un' unica cosa: il fattore tempo. Sì, perché l'orzo deve essere messo a bagno con dovuto anticipo, ma la preparazione e la cottura sono rapide,il tutto in 20 minuti!

Ingredienti per 4 persone:
160 gr di cuore di porro
1 carota
1 pomodoro (tipo a grappolo)
100 gr di orzo
100 gr di cavolo bianco
80 gr di broccolo
brodo vegetale
prezzemolo
olio evo

Esecuzione: tagliate a rondelle il porro, sciacquatelo sotto l'acqua corrente; tagliate la carota a pezzettini regolari - la cosiddetta brunoise - e tagliate a pezzettini regolari il pomodoro privato dell'acqua e dei semi; lavate il cavolo e i broccoli e tagliateli grossolanamente, lasciando il più possibile intonse le rosette (chiamiamola così la loro parte suddivisa a cimette ;). Preparate il brodo vegetale (non vi so indicare la quantità esatta, dipende da quanto ne richiede l'orzo e da quanto densa vi piace la zuppa) e mantenetelo caldo; in una pentola fate scaldare un filo d'olio evo, aggiungete il porro, la carota e mescolate fino a quando il porro si sarà ammorbidito; aggiungete l'orzo (che avrete ben risciacquato dopo l'ammollo) e versate tanto brodo quanto basta per ricoprire il tutto; mescolate e, sempre a fuoco medio, aggiungete ora il pomodoro; coperchiate e fate cuocere per 15 minuti avendo cura di mescolare di tanto in tanto e di aggiungere il brodo caldo in modo che l'orzo non si asciughi troppo; una volta cotto, lasciate riposare 5 minuti; servite in tavola con l'aggiunta di prezzemolo tritato (in questo caso in un modo grossolano) e un filo d'olio evo.




 Con questa ricetta partecipo al contest di Gattoghiotto , in collaborazione con Malvarosa Edizioni.
Share:

18/01/12

Crema di porro con cavolo ai pop corn

Questo mese Piccola bottega di campagna ci propone porri e cavoli, una ricetta tutta da elaborare per rendere al meglio il sapore di queste verdure. Normalmente non cucino il cavolo,  ho sempre pensato che fosse difficile da digerire ma mi sbagliavo di grosso!! L'utilizzo del pop corn nei primi piatti non è frequente, ma nemmeno una grande novità perché l'ho visto spesso sul web, meno sulle riviste di cucina a dire il vero. Questa crema è semplicissima, light e, lasciatemelo dire, romantica...la proporrei volentieri il giorno di San Valentino per un pranzo delicato e leggero, proprio come i pop corn!


Ingredienti per 2 persone:
60 gr di rosette di cavolfiore
180 gr di cuori di porro
300 gr di patate
brodo di pollo 600 ml
olio evo
pop corn
sale
pepe

Esecuzione: tagliate a rondelle il porro e sciacquatelo sotto l'acqua corrente; lavate le rosette di cavolfiore e cuocetele a vapore per 10 minuti; pelate le patate, sciacquatele e tagliatele a pezzettini; in una pentola a pressione, scaldate un filo di olio evo, fatevi rosolare dolcemente il porro e le patate, aggiungete il brodo di pollo ben caldo, coperchiate e fate cuocere 6 minuti dal fischio. Passate al minipimer le verdure, otterrete così la vostra crema, aggiungete un pizzico di sale e di pepe e lasciate riposare per 5 minuti.
Distribuite la crema in coppette o fondine, aggiungetevi al centro il cavolo e qualche pop corn.

Note:
- vi consiglio di non salare il cavolo perché unito ai pop corn, già saporiti, diventerebbe nell'insieme troppo salato, un vero peccato;
- in sostituzione al brodo di pollo potete usare quello vegetale, tuttavia vi suggerisco di provare con quello di pollo perché dà un po' di forza al piatto, di per sè delicato;
- vedrete che il pop corn tenderà ad inzupparsi di crema perdendo la sua compattezza: non allarmatevi, mettetelo all'utlimo momento ma vi assicuro che ammorbidito risulta in bocca particolarissimo, sembra che si sciolga, una bella sensazione, una scoperta per me;


Con questa ricetta partecipoo al contest di Ambra, in collaborazione con Malvarosa Edizioni
Share:

16/01/12

Food Blogger Interviews – Guest Blog: Mamma Papera’s Blog

Con immenso piacere oggi vi presento la nuova rubrica di My Taste for Food, “Food Bloggers Interviews”!

L’idea di creare uno spazio dedicato ai food blogger è nata col tempo, proprio grazie all’esperienza vissuta in prima persona. Ho pensato che valesse la pena di trovare un modo per scoprire l’universo che si cela dietro ai nostri blog e credo che condividere le nostre esperienze ci aiuti ad esplorare le nostre motivazioni, abitudini e aspettative in quest’ambito. Questa rubrica vorrebbe diventare un luogo dove potere raccontare le proprie esperienze, i propri sogni e progetti in divenire, un modo per conoscere più in profondità il mondo del cibo e del web.

La prima food blogger ospite della rubrica è Alessandra, autrice di Mamma Papera’s Blog.  Dietro alla tastiera si celano le mani di una mamma attiva all’ennesima potenza, quattro figli a scandire i ritmi quotidiani e tante cose da fare e a cui pensare. Mamma, moglie, food blogger, una donna con i suoi progetti da realizzare. E ci riesce Alessandra, con la sua dolcezza e la sua semplicità ti conquista. Ci siamo sentite per la prima volta una mattina, appuntamento su Skype ed il tempo è volato parlando di cibo, ricette, blog, social network e tanto altro. Alessandra racconta la sua storia personale, storia che s’intreccia con quella del blog perché decide di aprirlo in un momento difficile della sua vita in cui sente il bisogno di aprirsi e di parlare, sperando di colmare il vuoto che prova. Nasce così il suo diario interattivo, le ricette arriveranno solo più tardi, in un’epoca successiva. Ma ancora aggi, quando leggiamo le sue ricette, tra le righe emerge il suo stato d’animo,  “il blog è la mia finestra sul mondo”, ecco cosa rappresenta per lei il blog. 

Alessandra ha collezionato molteplici esperienze di lavoro, per citarne alcune, è stata responsabile del personale per una grande azienda, ha operato nel sociale, ha una grande esperienza nella ristorazione e quando arriviamo a parlare del ristorante eccola illuminarsi nuovamente.  Di questo lavoro ne parla con grande passione, mi sembra di vederla all’opera con cappuccini decorati, aperitivi, decorazioni della sala da pranzo, nelle vesti di organizzatrice di serate e di feste, pura creatività all’opera. Ma è ovvio che non è tutto oro quello che luccica, ogni lavoro ha un lato positivo ed uno negativo, la passione da una parte e la felicità di fare un mestiere che ami e dall’altra i sacrifici che questo comporta nella sfera più personale, nella famiglia, si sa…le cose funzionano così.

Ciò che Alessandra vorrebbe dalle sue ricette è che queste risultino utili ai suoi lettori. L’aspetto dell’utilità è per lei fondamentale, la spiegazione dettagliata, quel consiglio in più da dare che può rivelarsi fondamentale per evitare spiacevoli errori, tutto questo lo si può trovare nei suoi post. “Le ricette devono essere chiare, utili, bisogna spiegare i motivi”: l’idea di raccontare una ricetta passo dopo passo le è venuta eccome ma…troppo poco tempo!! Ma intanto il blog si evolve e il lavoro dietro le quinte è continuo, un nuovo sito in costruzione e tanti sogni nel cassetto; chi come lei, non vorrebbe scrivere per nomi importanti, riviste cartacee e sviluppare una propria professionalità in questa direzione? Credo in tanti - me compresa -  ma lo diciamo sotto voce per non peccare di presunzione, ma di fatto se non s’inseguono i sogni non si arriva da nessuna parte, no?

Alessandra è conosciuta ormai nel web grazie a Mamma Papera’s Blog e all’altra sua creatura, che condivide con un’altra mamma, Blog Family, uno spazio dove trovare consigli per le mamme rivolti ai bimbi e non solo. Le chiedo come gli altri la vedano nelle vesti da food blogger e lei ammette:“Qualcuno per strada mi riconosce, ma tu sei mamma papera?” Si sa, nei paesi ci si conosce un po’ tutti, ma non è così scontato che la gente sappia del tuo blog; inoltre Alessandra è stata protagonista in una puntata di SOS Tata, riconoscerla non è così impossibile se siete degli affezionati del programma di LA7.

Concludiamo la nostra chiacchierata con qualche battuta su gioie e dolori di una food blogger, già perché se è vero che pubblicare un post ti rende soddisfatta per il risultato ottenuto, è altrettanto vero che ti ritrovi a scrivere di notte il ché non è una cosa così rara in questo mondo di food blogger… se questa non è passione…
 Spero che questa rubrica vi piaccia e che possa essere di vostro interesse, mi direte cosa ne pensate, ok?

Share:

13/01/12

Rigatoni al tonno e profumo d'arancia

Eccoci al week end infine, ce l'abbiamo fatta nell'impresa, la prima settimana di lavoro è andata e possiamo esserne fieri, no??? Io si, lo ammetto, perché avevo il terrore di non farcela; tanto lavoro arretrato, le solite novità che si presentano ad inizio anno quando rientri in ufficio (sai come lo lasci ma non sai come lo ritrovi) e poi una settimana fatta di alti e bassi, un pronto soccorso scongiurato per mio figlio e ... qualche buona notizia per me. 

Cosa vi propongo oggi? Un piatto di pasta - finalmente direte - non la propongo quasi mai è vero, ma questa è proprio speciale. Vi ricordate la fiera dell'artigianato che si è tenuta a Milano a dicembre? Bene, nel mio peregrinare in questa distesa infinita di stand (non per nulla la gente ci arriva con il trolley) sono arrivata ad uno stand che presentava delle confezioni bellissime, di vetro, con i paté più variegati: peperone e mandorle, pomodori e olive, pistacchio (verdissimo, una vera tentazione) e poi, quello che ho scelto per questa ricetta, il paté di tonno e arancia. Se vi ho incuriositi, qui potete trovare qualche informazione in merito, nel sito di Gente del Fud. Ma tranquilli, non disponendo del paté già pronto, potete confezionarlo da soli a casa frullando il tonno d'oliva sgocciolato, aggiungendo delle gocce di limone, della scorza grattata di arancia, un cucchiaino da caffè di aceto di mele e olio evo. Non vi posso dare le proporzioni visto che io disponevo della confezione, fate solo attenzione alla quantità di arancia, ne basta poca perché serve solo per profumare e deve rimanere una presenza delicata nel piatto.

Ingredienti per 2 persone:
150 gr di rigatoni
paté di tonno e arancia
pistacchi frullati
grana grattugiato
olio evo
sale grosso
prezzemolo

Esecuzione: semplicissima, fate bollire la pasta in acqua salata (as usual), in un'insalatiera preparate qualche cucchiaio di paté di tonno e arancia, lo diluite con dell'acqua di cottura; mescolate la pasta cotta e scolata nell'insalatiera, aggiungete il grana grattugiato, i pistacchi frullati, un filo di olio evo, una spolveratina di prezzemolo e servite. Decorate con qualche pistacchio intero e ... buon fine settimana!




Con questa ricetta partecipo al contest di Gianni, per il primo compleanno del suo blog. Ciao Gianni!
Share:

11/01/12

Stufato al profumo di cannella e cioccolato

Questo piatto è dedicato a Burro e Miele che ha organizzato un contest esclusivo il cui protagonista è lo stufato. 
Lo stufato in genere mi piace perché è un piatto unico, nutriente, spesso ricco di sapore e quindi gustoso; inoltre, in questo periodo invernale è particolarmente apprezzato, accompagnato da verdure o polenta ci tiene compagnia soprattutto nei pranzi della domenica ma non solo, lo stufato è una preparazione comoda - se così si può dire - perché è uno di quei piatti che risultano squisiti anche se  riscaldati e quindi un' ottima soluzione per il pranzo o la cena del giorno dopo. 
Il piatto che vi  propongo è tradizionale nel metodo di preparazione, forse lo è un po' meno per la presenza di cioccolato e cannella a cui siamo meno abituati nella cucina di tutti i giorni ;tuttavia,  nella cucina internazionale l'aggiunta di cannella e cioccolato non è una novità per i piatti a base di carne, io l'ho appresa solo di recente ed è stata una piacevolissima sorpresa.

Ingredienti per 4 persone:
700 gr di polpa di vitello
1 patata di media grandezza
50 gr di lardo tagliato a cubetti
1/2 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d'aglio
1 cipolla
1/2 gambo di sedano
1 carota
1 foglia di alloro
timo
40 gr di cioccolato fondente
cannella
olio evo
8 pomodorini tipo ciliegino
sale qb
farina qb

Esecuzione: preparare tutti gli ingredienti prima di iniziare la cottura della carne; togliere la parte filamentosa del sedano e affettarlo sottilmente; tagliare a metà i pomodorini e lasciarli a scolare per mezz'ora in modo che perdano il linquido in eccesso; tagliare la patata a cucbetti e metterla a bagno in una ciotola d'acqua in modo che perda l'amido; preparare del brodo vegetale da tenere caldo per un'eventuale aggunta durante la cottura (a me ne è serivto pochissimo perché la cottura con coperchio conserva l'umidità nella pentola e la carne difficilmente si asciuga); togliere il grasso in eccesso dalla carne e tagliarla a  pezzetti, passarla nella farina; ora, in una casseruola, scaldare un filo d'olio evo e aggiungervi il lardo a cubetti, lasciare scaldare dolcemente - il lardo non deve soffriggerere ma solo sciogliersi - aggiungere la carne e farla rosolare in tutte le sue parti; una volta ben dorata, togliete la carne dalla casseruola e mettetela in un piatto coperta da carta argentata (questo vi permetterà di fare in modo che la carne rilasci eventuale liquido e potrete utilizzare la stessa pentola per preparare le verdure); aggiungere nella casseruola un cucchiaio di olio evo e iniziate a stufare il sedano,l'aglio,  la cipolla e la carota tritate, sempre a fuoco dolce; aggiungete la carne che avrete leggemente salato,mescolate, versate il vino e lasciate evaporare; ora, unite i pomodorini e le patate scolate, la foglia di alloro, il cioccolato tagliato a pezzi , una spolverata di cannella e coperchiate; la cottura deve procedere a fuoco lento per 40 minuti con coperchio; ogni tanto mescolate e controllate che la carne non si asciughi troppo, nel caso aggiungete del brodo vegetale caldo. Regolate di sale, lasciate riposare qualche minuto e servite.

 


Con questa ricetta partecipo al contest di Burro e Miele, in collaborazione di Gualtiero Villa e Teatro 7
Share:

08/01/12

Uova di salmone ... al cucchiaio e la mia nuova rubrica

Domani si ricomincia definitivamente l'anno lavorativo e scolastico, riprenderemo le nostre macchine, caricheremo i figli, tappa a scuola e via di corsa al lavoro! Mi fa piacere ricominciare, ma confesso che quello che più mi pesa è rispettare gli orari; tollero a fatica la sveglia che squilla alle 6.20, sopporto sempre meno dovermi catapultare fuori casa alle 7.30 spaccate per fermarmi a scuola e poi correre al lavoro quasi cronometrata però...però c'è l'altra faccia della medaglia ed è quella della soddisfazioni che provi quando riesci ad incastrare tutti i pezzi e fin che ci riesci vuol dire che tutto sommato non te la stai cavando poi così male.

Ma fatte queste considerazioni, visto che vi avevo preannunciato nell'utlimo post dedicato alla Befana l'arrivo di qualche novità, oggi vi presento una ricettina semplice semplice che aprirà la mia rubrica Easy Cooking. Questa rubrica vuole essere uno spazio interamente dedicato ad una cucina semplice e veloce, adatta alle esigenze di ogni giorno, dove trovare dei piatti d'effetto realizzabili in pochissimo tempo, con pochi ingredienti e ricchi di gusto. 
Con questa ricetta partecipo al contest de "Il cucchiaio d'oro", un contest dedicato alle piccole entità del gusto dove semplicità e raffinatezza sono la chiave d'interpretazione del cibo.

EN 0077 Uova di salmone al cucchiaio

Ingredienti per 6 cucchiai
140 gr fagioli bianchi in scatola
1 cucchiaio di salsa tahin
succo di limone
sale
olio evo
pepe
uova di salmone

Esecuzione: frullare i fagioli, aggiungere un cucchiaio di salsa tahin, l'olio di oliva per ammorbidire, qualche goccia di limone, un pizzico di sale e poco pepe; distribuire questa crema, una sorta di hummus di fagioli, sui cucchiai ed aggiungere le uova di salmone freschissime. 




Con questa ricetta partecipo al contest di Donatella.

Share:

05/01/12

Befanini, biscotti allegri per un'Epifania che tutte le feste porta via

Ed eccoci giunti all'Epifania che tutte le feste porta via! Un po' con rammarico per un altro Natale ormai alle spalle, un po' con sollievo per il ritorno ai ritmi quotidiani, le feste sono giunte al termine e da lunedì tutto ricomincia. Anno nuovo vita nuova? Non proprio, magari! oserei dire...troppo facile in un battito di cilia potere realizzare il sogno di una vita e potersi dire felici ma...quello che si può e si deve fare, almeno in questi primissimi giorni dell'anno, è porsi nuovi obiettivi ed occoci quindi a parlare di buoni propositi. 

Vorrei parlarvi di novità per l'anno, novità per il blog intendo e quindi i buoni propositi sono da leggersi in termini di buona volontà, di creatività, di continua ricerca per condividere e divertirsi in questo fantastico mondo di cucina, foto e web; non vi posso dire ancora tutto in modo chiaro e definitivo, ma vi annuncio che troverete presto delle nuove rubriche (due per l'esattezza, almeno questo lo posso dire con certezza già oggi), vi saranno nuove collaborazioni (anche qui due - ma che sia il mio numero quest'anno??) e poi...e poi c'è il Contest a due tastiere (sì, confermo, due è il mio numero per il 2012) con Essenza in Cucina, Cinzia! Un anno che si apre all'insegna del colore, non posso non avere un approccio ottimista pensando a questo contest che ci terrà compagnia per 12 mesi perché spesso vedrò il mondo a colori - almeno nel piatto - mi divertirò a scattare tante foto per potervi invogliare a giocare e soprattutto ci conosceremo meglio nel corso dei mesi.
Altri buoni propositi? La mia vita fuori dal blog? ... ci provo:
- non adirarmi come al solito quando, facendo la spesa al sabato mattina, litigo con il carrello di anziani signori che inspiegabilmente fanno la spesa al mio stesso orario pur avendo un'intera settimana a disposizione senza limiti di orario;
- essere più calma e meno spericolata alla guida: questo si tradurrebbe (dal tempo utilizzato s'intuisce la mia scarsa fiducia nell'intento) nel non gareggiare al semaforo (non fate quella faccia, io vivo a Milano quindi devo gareggiare), nel fare parcheggi meno creativi (se ci fossero più posti non sarei costretta ad inventarli), nel rispettare i limiti di velocità (ovvio che se sto troppo ferma ai semafro poi devo recuperare);
- dedicarmi di più alla casa: fare le pulizie come si deve (cioè sploverare anche negli angoli, non fare finta che non esistano), spostare gli oggetti dalle mensole (non circumnavigarli) e ... pulire la camera di mio figlio anche se invasa dai giochi (da soli, anche se con le pile, non si spostano);
Ragazzi, adesso basta con i buoni propositi...tanto già so come andrà a finire ma, credetemi, non sono poi così tremenda come potreste pensare ;))))

Ora la ricettina per questi deliziosi Befanini che faranno felici i nostri bimbi in attesa della vecchietta volante (avete appeso le calze?):

Ingredienti:
300 gr di farina
150 gr di zucchero semolato
75 gr di burro ammorbidito
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
2 cucchiai di Rum
scorza di limone
codette di zucchero colorate
pizzico di sale
latte qb

Esecuzione: unite la farina alle uova, lo zucchero e il burro ammorbidito; aggiungete il Rum, la scorza del limone grattata, un pizzico di sale e il lievito sciolto in poco latte. Mettete l'impasto a riposare in frigo per un 'ora e dopo, stendetelo con l'aiuto del mattarello, tagliate la pasta con i taglia biscotti, spennellate la superficie dei biscotti con della chiara d'uovo e aggiungete una pioggi adi codette di zucchero colorate. Infornate a 150° per 20 minuti, lasciate raffreddare e ...riempite un sacchettino per i vostri bimbi, la Befana è passata anche quest'anno!!


Potete utilizzare lo stesso impasto e realizzare anche dei biscotti meno colorati, semplicemente zuccherati in superifcie e morbidissimi, l'ideale per un morso goloso da concedersi in qualsiasi momento della giornata (si capisce che mi sono piaciuti tantissimo??)

Con questo post partecipo al Giveaway di Aniko, Paprika&Paprika dedicato ai Buoni Propositi.

Share:

03/01/12

Panna cotta alla liquirizia

Avete già iniziato a pensare ad un piatto black and white total chic? Per aiutarvi a prendere ispirazione e un po' di coraggio, provo ad aprire le danze con questa delicata panna cotta, candida come il latte e macchiata da nera liquirizia. 

Ingredienti per 4 persone:
500 ml di panna liquida
80 gr di zucchero
3 fogli di gelatina
1 bacello di vaniglia

Esecuzione: mettete a bagno i fogli di gelatina in acqua fredda, fate bollire la panna con lo zucchero e il bacello di vaniglia aperto (se non lo avete aggiungete delle gocce di essenza di vaniglia). Lasciate riposare per 10 minuti, poi eliminate il bacello. Scaldate nuovamente la panna, senza farla bollire, poi lontano dal fuoco incorporate i fogli di gelatina ammorbiditi e strizzati. Distribuite il composto in singoli stampini (che avrete bagnato all'interno con dell'acqua), fate raffreddare e mettete in frigo per 5 ore. Servite con una pioggia di liquirizia e magari per i più golosi e ancora un po' bambini, perchè no, con delle girelle di liquirizia.


Vi aspettiamo!!

Share:

01/01/12

Colors and Food, what else? Black and white, total chic!

Ed eccoci al primo appuntamento dell’anno con il contest a colori che ci accompagnerà mese dopo mese.
Black and white, total chic è il tema dove siete chiamati a cimentarvi per il mese di gennaio!

Bianco e nero, due colori decisamente in contrasto, fortemente evocativi per delicatezza e purezza, per eleganza e mistero; l'eleganza intramontabile di quest'accoppiata, nella moda, nell'arredo nel design... l'aria delle grandi feste che in questi giorni ancora respiriamo, ci ha ispirate ed eccoci a proporvi di metter tutto questo anche nel piatto. Trasferire l’abbinamento di questi colori nel cibo può significare ricorrere ad ingredienti cromaticamente affini come pasta nera, riso venere, caviale e nero di seppia, porri, finocchi, sedano rapa, panna, yougurt, latte ma significa anche ricercare un piatto che si presti al gioco come panna cotta, vellutate, meringhe, mousse, cake… Date libero sfogo alla vostra fantasia, chiudete gli occhi e immaginate come combinare i sapori su una scia bianca e nera; non abbiate timore nel proporre accostamenti inconsueti, se questi vi verranno in mente provateli e proponeteli, il gioco diventerà davvero interessante proprio nel momento in cui ci renderemo conto di essere in grado di stupire, di azzardare e se riusciremo in questo intento ci divertiremo perché lo spirito è quello del condividere e di crescere insieme confrontandoci. 

Adesso passiamo all’aspetto meno poetico e fantasioso, ma indispensabile per il funzionamento del contest, e cioè il regolamento. Per chi volesse rileggere o leggere per la prima volta  i dettagli del contest, la sua presentazione, il timing e i premi, può cliccare qui e qui, da Cinzia (Essenza in Cucina) e da me. Vi ricordo che questo contest è un contest a quattro mani, o meglio, a due tastiere: Essenza in Cucina e My Taste for Food conducono insieme il gioco alternandosi nell’ospitare le vostre ricette, quindi aspettatevi che la nostra amica Cinzia si materializzi nei nostri/vostri commenti!!
Regolamento:
1)      Inserire il link alle vostre ricette (numero aperto) a commento di questo post dal 5 al 25 del mese corrente;
2)      Possono partecipare solo i possessori di un blog;
3)      Inserire il banner allegato (relativo al tema del mese) nel post della ricetta partecipante e nella home del vostro blog (oppure nella pagina dedicata ai contest);
4)      Valgono le ricette postate dopo la pubblicazione di questo post, quindi dopo il primo giorno del mese;
5)      Potete partecipare anche ad altri contest contemporaneamente con la ricetta che proponete;

Nota importante legata ai colori: il colore di riferimento è quello che appare nel piatto, il risultato finale dopo eventuali cotture quindi, per essere pratica, se utilizzate degli ingredienti che modificano il loro colore con la cottura e non sono bianchi o neri...allora cambiamo ingredienti (capita più spesso di quanto non si immagini)! Inoltre...mi pare inutile dirvelo ma...sono banditi i coloranti, solo ed esclusivamente ingredienti forniti da madre natura :)))

Vi aspettiamo numerosi, sperando che il tema del mese sia di vostro gradimento … a noi piace da matti :)))

Buon Anno!! 






I Partecipanti:

 1) Panna cotta bigusto, panna e cioccolato di La Pomme Cuite
 2) Riso Venere con calamari e capasanta di L'eleganza del Polpo 
 3) Gnocchi black and white con seppie e vongole di CosebuonediAle 
 4) Bon bon di meringa con cuore di cioccolato di Zibaldone culinario 
 5) Ciceri e trie in bianco e nero di Una cena con Enrica 
 6) Riso in bianco e nero di Sapori in concerto 
 7) Bianco e nero, come la tastiera del pianoforte di Sapori in concerto
 8) Irish coffee? No, fagioli neri e mozzarella di L'angolo cottura di Babi 
 9) Mafaldelle cremose nel mar nero di Sapori in concerto 
10) Ouverture di Sapori in concerto 
11) Budino di riso con riduzione di liquore alla liquirizia di Saporidielisa
12) Biscotti integrali bigusto di Pannifricius Delicius
13) Fusilli in crema di brie e uova di lompo di La mamma pasticciona 
14) Crema di sedano rapa con crostini di pane al nero di seppia di La cucina di Bucci 
15) Seppioline al nero di seppia con polenta bianca liquida di La cucina di Bucci 
16) Il branzino e la sua dama di Sapori in concerto 
17) Riso Venere e cavolfiore di La ricetta della felicità 
18) Profitterol di Passione in cucina
19) Riso venere, mela e ricotta di Cooking with Marica 
20) Blackburgers di zeroincucina 
21) Cestino di bufala dop Black & White
22) Risotto zebra di Quarto Senso Cafe
23) Macarons Black and white total chic di Creare con lo Zucchero
24) Oliva Maki di Sapori in concerto 
25) Olivando in bianco e nero di Sapori in concerto 
26) Finger food bianco e nero di Zibaldone culinario 
27) Nero d'Avola e bianco delle Dolomiti di Scorribande in cucina
28) Bavaresi monoporzione di Murzillo Saporito  
29) Riso venere con filetto di branzino in fusione d'olio di Un'arbanella di basilico
30) Barchette di finocchi e fagioli neri di Sapori in concerto
31) Yng e yang di Sapori in concerto
32) Mousse di cioccolato bianco e cocco di Le non-creazioni di Giò 
33) CheeseNoCake di MiniCuoca91 
34) Verrines en noir et blanc di Il Gattoghiotto
35) Sushi negativo positivo di Insalata Mista 
36) Spatzle al nero di seppia di Zibaldone culinario
37) Crostatina al cioccolato bianco di Zucchero con Amore 
38) Vellutata al cavolfiore di SkacciaKitchen 
39) Esercizio in bianco e nero di Corrado T 
40) Gnocchi neri con crema di branzino di Cognate in cucina 
41) Turbanti bianco neri di La cucina di mamma Loredana
42) Finger food bianco e nero di mare di Penna e forchetta 
43) Bianche perle e oro nero di La cucina di Bucci 
44) Bicchierini con crema di ricotta alla liquirizia di La prova della cuoca 
45) Torta tre piani Tiramisù di Lamponi e tulipani 
46) Brioches al nero di seppia con gelato al parmigiano di Un'arbanella di basilico
47) Raggi di cuore di Sapori in concerto 
48) Pancarrè al nero di seppia con merluzzo mantecato di Babà che bontà
49) Mousse di pollo allo yogurt e fagioli neri di Spadelliamo insieme? 
50) Cozze e fagioli black & white di Staffetta in cucina 
51) Egg in black and white di Sapori in concerto 
52) Ravioli neri con salmone e ricotta di Sapori in Concerto 
53) Sformatini di Riso Nero sotto un tetto di Aragostelle di Poco sale in zucca
54) Risotto Black White di La cucina di zia Simonetta
55) Snack al paté d'olive e stracchino di Dillo Cucinando 
56) Vegetable Sushi black and white di Di pasta impasta 
59) Mattonelle venere con crema al cocco di Note di cioccolato
60) Gnocchi al nero di seppia su crema di cavolfiore di Love at First Bite
61) Piccole capresi all'olio extravergine di oliva di Montersino di Dolci Gusti 
62) Torta al cioccolato e peperoncino di In cucina con Roberta 
63) Torta di compleanno super cioccolatosa di Pannifricius Delicius 
64) Tagliatelle nere e cremose di Sapori in concerto
65) White hearts di Sapori in concerto
66) Morbido black and white di Dafne's Corner - Il Gusto
67) Filetto di orata al tartufo su vellutata di porri di Murzillo Saporito
68) Semifreddo allo yogurt e carbone nero di Saporidielisa
69) Riso yin e yang di Caviale e champagne 
70) Tortelloni al nero di seppia di Nidi & Nodi
71) Spaghetti neri al branzino e lemongrass di Il mondo di Framm
72) Dolcetti "Domino" di L'Avvocato nel fornetto
73) Lasagna di farina di riso venere di Cucchiaio e Pentolone
74) Spaghetti cacio e pepe di La cucina che vale
75) Risotto Yin e Yang di Cocogianni o Cuocogianni?
76) Torta bianca e nera al doppio cioccolato di Aria in Cucina
77) Gnocchi neri con ripieno a sorpresa di Sapori in concerto
78) Sformatini di cavolfiore e paté di olive nere di Una Pinguina in Cucina
79) Tortino B/N di J'ai le chocolat
80) Risotto al parmigiano con salsa di liquirizia di Nella cucina di Ely
81) Black and white di Indivina che viene a cena?
82) Ile flottante salata in bianco e nero - Scampi & Guinness di Ladies marmelade
83) Caramelline al nero di seppia con riccioli di caramaro di Meditandum
84) Insalata di pollo in carpione di Il giardino dei mirtilli
85) Mini oreo cheesecake di A little place to rest
86) Millefoglie di Ferratelle al cardamomo Black&White di VerdeCardamomo
87) Lollipop di frutta di Chat à poche
88) Labytinth di Sapori in concerto 
89) Seppie al nero con polenta bianca di Scamorze ai Fornelli
90) Fiore chic di patate e baccalà di Il colore della curcuma 
91) Cestini di merighe al cioccolato extra noir piccante di Le leccornie di Danita
92) Spiedini di vaniglia al frutto proibito di Le leccornie di Danita
93) Cuori bianco e nero di Le leccornie di Danita


Per farvi compagnia ma fuori concorso, ci siamo anche noi ;)

Tortelli con ripieno di pesce di Cinzia
Panna cotta alla liquirizia di Valentina

c'è anche:

Macarons alla liquerizia di Menù Turistico 

Share:
Template Created by pipdig