11/01/12

Stufato al profumo di cannella e cioccolato

Questo piatto è dedicato a Burro e Miele che ha organizzato un contest esclusivo il cui protagonista è lo stufato. 
Lo stufato in genere mi piace perché è un piatto unico, nutriente, spesso ricco di sapore e quindi gustoso; inoltre, in questo periodo invernale è particolarmente apprezzato, accompagnato da verdure o polenta ci tiene compagnia soprattutto nei pranzi della domenica ma non solo, lo stufato è una preparazione comoda - se così si può dire - perché è uno di quei piatti che risultano squisiti anche se  riscaldati e quindi un' ottima soluzione per il pranzo o la cena del giorno dopo. 
Il piatto che vi  propongo è tradizionale nel metodo di preparazione, forse lo è un po' meno per la presenza di cioccolato e cannella a cui siamo meno abituati nella cucina di tutti i giorni ;tuttavia,  nella cucina internazionale l'aggiunta di cannella e cioccolato non è una novità per i piatti a base di carne, io l'ho appresa solo di recente ed è stata una piacevolissima sorpresa.

Ingredienti per 4 persone:
700 gr di polpa di vitello
1 patata di media grandezza
50 gr di lardo tagliato a cubetti
1/2 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d'aglio
1 cipolla
1/2 gambo di sedano
1 carota
1 foglia di alloro
timo
40 gr di cioccolato fondente
cannella
olio evo
8 pomodorini tipo ciliegino
sale qb
farina qb

Esecuzione: preparare tutti gli ingredienti prima di iniziare la cottura della carne; togliere la parte filamentosa del sedano e affettarlo sottilmente; tagliare a metà i pomodorini e lasciarli a scolare per mezz'ora in modo che perdano il linquido in eccesso; tagliare la patata a cucbetti e metterla a bagno in una ciotola d'acqua in modo che perda l'amido; preparare del brodo vegetale da tenere caldo per un'eventuale aggunta durante la cottura (a me ne è serivto pochissimo perché la cottura con coperchio conserva l'umidità nella pentola e la carne difficilmente si asciuga); togliere il grasso in eccesso dalla carne e tagliarla a  pezzetti, passarla nella farina; ora, in una casseruola, scaldare un filo d'olio evo e aggiungervi il lardo a cubetti, lasciare scaldare dolcemente - il lardo non deve soffriggerere ma solo sciogliersi - aggiungere la carne e farla rosolare in tutte le sue parti; una volta ben dorata, togliete la carne dalla casseruola e mettetela in un piatto coperta da carta argentata (questo vi permetterà di fare in modo che la carne rilasci eventuale liquido e potrete utilizzare la stessa pentola per preparare le verdure); aggiungere nella casseruola un cucchiaio di olio evo e iniziate a stufare il sedano,l'aglio,  la cipolla e la carota tritate, sempre a fuoco dolce; aggiungete la carne che avrete leggemente salato,mescolate, versate il vino e lasciate evaporare; ora, unite i pomodorini e le patate scolate, la foglia di alloro, il cioccolato tagliato a pezzi , una spolverata di cannella e coperchiate; la cottura deve procedere a fuoco lento per 40 minuti con coperchio; ogni tanto mescolate e controllate che la carne non si asciughi troppo, nel caso aggiungete del brodo vegetale caldo. Regolate di sale, lasciate riposare qualche minuto e servite.

 


Con questa ricetta partecipo al contest di Burro e Miele, in collaborazione di Gualtiero Villa e Teatro 7