05/06/12

05/06/12

Petali nel piatto per Colors and Food di Giugno!

I petali nel piatto sono il tema del mese di Giugno, un'altra mattana mia e di Cinzia, giusto per non farvi annoiare neppure questo mese. Ma forse l'idea non è tanto bizzarra a ben vedere, considerando la frequenza con cui molti di voi utilizzano i petali per abbellire e rendere romantici i vostri piatti.Nelle riviste degli ultimi anni, facciamo anche dieci, se ne vedono spesso di piatti aventi come protagonisti i fiori. Ricordo una rivista di tanti tanti anni fa che conteneva un inserto completamente dedicato alla pasta ed i fiori; mi era parsa da subito un'idea sublime!

Mia nonna usava fare i fiori di acacia fritti, ne ho un ricordo bellissimo di quando ero bambina. L'emozione mi veniva in particolare dal pensiero di quell'albero meraviglioso che vedeva ogni pomeriggio me e i miei nonni sfilare sotto i suoi rami in passeggiata e poi, a sorpresa, un giorno il profumo di frittura era stato l'anticipo di quella meraviglia, il fiore del nostro albero fritto e adagiato su un piatto. Non vado oltre con i ricordi altrimenti mi potrei commuovere, quando si ripensa a mamme, nonni e all'infanzia è difficile resistere alla tentazione di farsi sopraffare dalle emozioni, un tenero bagno nei ricordi.

Ma ecco la mia ricetta sui toni del violetto, resa possibile da questi fiori eduli regalati dal mio balcone milanese (evviva i balconi fioriti e anche un po' orticelli:))).

Ingredienti per 2 persone:
150 gr di zucca decorticata
4 fiori di zucchina e relative zucchine
cipolla
160 gr di cavatelli
olio evo
sale e pepe
brodo vegetale
sale grosso per l'acqua
fiori eduli per decorare

Esecuzione: fare rosolare dolcemente la zucca tagliata a tocchetti con poca cipolla e un filo di olio evo, cuocere il tutto i in pentola a pressione per 8 minuti coprendo a file con brodo vegetale. Una volta cotto, salare leggermente e frullare in modo da ottenere una crema. Lavare e asciugare i fiori di zucchina, eliminarne i pistilli e tagliarli a strisce uguali. Farli soffriggere leggermente in padella con poco olio e scolarli prima che si scuriscano, l'obiettivo è quello di renderli croccanti. Farli riposare sulla carta assorbente. Tagliare a rondelle le zucchine e farle rosolare in un filo d'olio, aggiungere un pizzico di sale e timo e mettere in una coppetta coperta. Fare cuocere i cavatelli (ci vorrà del tempo...circa 18 o 20 minuti), scolarli e condirli con la crema di zucca. Impiattare e guarnire la pasta con le zucchine, i fiori croccanti e i fiori eduli. Ancora una spolverata di pepe et voilà!

Note:
Nella preparazione di questo piatto trovo molto adatto un olio laziale, della provincia di  Latina: l’olio extravergine DOP Colline Pontine dell’azienda Alfredo Cetrone. E’ un olio dal fruttato di media intensità, molto armonico e  dai profumi freschi di erbetta e di  pomodoro. L’olio è fatto con un'unica varietà di oliva: l’Itrana. Consiglio di finire il piatto con un filo d’olio a crudo, per godere del suo profumo verde e delicato che esalta il tono floreale del piatto.

Questo olio mi è stato suggerito da Roberta, assaggiatore di olio e titolare di www.olioextrav.com, sito che vende oli di alta qualità provenienti da tutte le regioni italiane e dove potrete trovare anche l’olio suggerito per la ricetta.

Grazie Roberta!




Colors and food,what else! vi aspetta da Cinzia. Potete linkare le vostre ricette dal 5 al 25 di giugno, vi aspettiamo!

16 commenti:

  1. Foto bellissime, delicate, sognanti...

    RispondiElimina
  2. Che bellissima idea quella dei fiori, abbiamo appena fatto delle ricette così! Adesso andiamo dalla tua socia per inserirne una... :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. che delicatezza! complimenti!! a presto, Clara

    RispondiElimina
  4. Ciao Vale come va? questa combinazione è curiosa ma interessante. Una ricetta simile l'ho mangiata il 1° maggio erano fiori d'acacia fritti, mi sono piaciuti molto. Se vuoi passa al mio caffè... potrai trovare una magnifica ricetta a base di coniglio. Baci Baci Giovanni

    RispondiElimina
  5. e si i fiori nel piatto sono di gran moda !li per li fanno un po' impressione ma...alla fine ti sorprendono come la marmellata di rose, la lavanda nelle pietanze..certo bisogna saper dosare bene ma alla fine i piatti riesco buoni e belli come questo tuo fantastico!!
    baci

    RispondiElimina
  6. Delicatissima ricetta supportata da immagini assai poetiche. Un mix perfetto :)

    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. com'è eterea... e molto saaporita però!
    un bacio a presto :)

    RispondiElimina
  8. Ci sarà da divertirci con questo contest, i fiori sono così carini nei piatti poi!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  9. ellapeppppaaaaaaaaa......la vedo alquanto dura...utilizzo solo i fiori di zucca.....mumble mumble....vado a spolverare i fiori finti che ho sul balcone....ahahahah daiiiiiiiii che scherzoooooooooooooo!!!! mica facile...pero' siete davvero TREMENEEEEEEEEEEEEEE!!!! baci e vediamo cosa mi viene in mente.....

    RispondiElimina
  10. Mi è venuta una gran voglia di mettere qualche bel fiorellino anche nei miei adorati dolci!.....a vedere queste belle immagini è partita d'ingegno la mia vena creativa :D

    RispondiElimina
  11. bella sfida ... da pensarci bene

    RispondiElimina
  12. Risposte
    1. sisi, e tutte le mattine corro a Pero al lavoro, quindi quando hai citato via Gallarate mi si è accesa la lampadina :)))

      Elimina
    2. ma anche io lavoro a Pero! In via Morandi, all'Altea.

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

RECENT STORIES

translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...