31/10/12

Rouleaux de poulet con gelatina all'ananas

Quella di ieri è stata una giornata molto intensa, anche se la partenza non è stata delle migliori. La notte precedente ero riuscita a dormire se va bene tre ore e mi sentivo una marziana. Ma poi la nebbia che avvolgeva i miei neuroni si è pian piano diradata, il mio aspetto da extra terrestre ha lasciato posto a sembianze più umane e la giornata ha iniziato a prendere una piega diversa. In serata la giornata si è riscattata ulteriormente grazie alla visita di una mia cara amica che mi ha riempito il cuore di gioia. 
Non c'è niente da fare, le chiacchiere tra amiche non hanno prezzo. Le novità dell'ufficio, la gestione della casa, gli orari di scuola, i figli che crescono, suoceri e suocere di cui parlare e sparlare, i chili di troppo, l'ultimo jeans acquistato...discorsi decisamente superflui alle orecchie dei nostri amati mariti ;)
Già perché se per noi donne ci sono delle novità in ufficio, per loro "è sempre la solita storia"; la gestione della casa non è un tema di cui parlare perché la casa si gestisce da sola (autopulente e autostirante - se esiste la voglio!!); gli orari di scuola non esistono perché sono solo delle indicazioni generiche e io già mi aspetto in sede di colloquio un richiamo per indisciplina; i figli sono in autogestione "tanto ormai è grande"; le suocere non si toccano perché la mamma è la mamma, e poi c'è la dieta...se i tuoi chili di troppo ti preoccupano perché non entri nei tuoi jeans preferiti ma già sai che in un paio di settimane di impegno tutto rientrerà nei limiti, per loro non è così. Quei chili di troppo che tu hai "vanno bene così", ma su di loro assolutamente no. E allora eccoli arrivare in libreria e cercare affannosamente il libro di Duckan, eccoli sottoporsi a mesi di sacrifici per poi cambiare totalmente il guardaroba...accipicchia, questo sì che è impegnarsi ;) Ma non erano le donne a tenerci così tanto alla siluette? Dài, si fa per ridere, ma qualcosa di tutto ciò che ho detto sarà pur vero,no?
Ma non finisce qui. Ho fatto un errore ieri sera, quello di scegliere il canale sbagliato. Come al solito ho acceso la TV quando il film era già iniziato, quindi ci ho messo un po' a realizzare di cosa si trattasse. Poi ad un certo punto mi sono ricordata di avere già visto qualche scena, mi piaceva, ho deciso che valeva la pena rivederlo. Bene. "Come un uragano", film del 2008 con Richard Gere e Diane Lane, tratto dal libro di Nicholas Sparks (visto l'incombere di Sandy la programmazione sarà stata un caso??), risultato: ore 23.00 pianto a dirotto. Ma chi me lo ha fatto fare?? Eppure questo film mi piace tantissimo e continuo a piangere piangere piangere...

Riprendiamoci, pensiamo al cibo che ci fa tanto bene! Vi lascio una ricetta semplicissima ma di grande soddisfazione. Se vi piace l'accostamento dolce-salato, allora potrebbe fare per voi. 
Andate alla Rubrica "Paris dans l'assiette" e troverete la ricetta.


Buona giornata!


Share:

28/10/12

Pane dolce del sabato

Un pane dolce, ripieno di confettura alle more, ecco il mio pane dolce dello Shabbat per l'MTC di Ottobre. Per questa sfida, Eleonora ha proposto una preparazione a lei cara e legata all'Ebraismo. Un'occasione questa per entrare in punta di piedi all'interno di una cultura culinaria e ad una tradizione a me completamente sconosciute.
Fino a questa mattina non credevo che avrei partecipato a questa tornata dell'MTC. Tante cose da fare, a volte il sonno da recuperare e poi il fatto che si trattasse di un lievitato mi aveva fatto subito pensare che ci sarebbe voluto troppo tempo,un lusso di cui proprio non dispongo ultimamente. Inoltre temevo che non sarei stata in grado di portare a termine la sfida perché io di lievitati ne so poco e quando mi cimento seguo in modo pedissequo la ricetta. 
Tuttavia, questa mattina mi sono alzata alle 5.00 - ora solare - e dopo avere somministrato il primo biberon della lunga serie, mi sono ritrovata con la cucina tutta per me, la mente ormai sgombra dal sonno e con la voglia di impastare.

In questa domenica piovigginosa, l'idea di panificare mi conquista. Godere dell'odore del lievito, del profumo del pane che inizia a diffondersi in casa, lo sprigionarsi del calore dal forno, la cucina che si riscalda e qualche debole raggio di sole che illumina il tavolo infarinato. La prima luce del mattino è sempre suggestiva e avvolgente, i raggi di sole approfittano di qualche spiraglio tra le nubi e lentamente si offuscano mentre mi godo il mio caldo caffè.

Ho seguito passo passo la ricetta di Eleonora dimezzando però le dosi, più adatte per noi che alla fin fine ci riduciamo ad essere due soli mangiatori di pane ;)
Per la farcitura ho utilizzato la confettura di more che avevo preparato il mese scorso, fresca fresca di dispensa...sapevo che non sarebbe durata a lungo e temevo in effetti che non sarebbe sopravvissuta all'inverno e infatti, già in principio di autunno ne ho esaurito la scorta. In aggiunta, a decorazione del pane, ho usato i semi neri di sesamo che sono un po' più saporiti di quelli classici che usiamo abitualmente e contrastano bene con la confettura. Per la messa in forno ho utilizzato la carta da forno, così da evitare qualsiasi utilizzo del burro.
Ma...la perfezione non è di questo mondo, si sa, e una seppur piccola sbavatura ci doveva essere nella mia bella trecciona lievitata. Infatti in un paio di incroci è fuoriuscita un po' di confettura ma poca poca e alla fine dei conti non è nemmeno male a vedersi anzi,  la tentazione di tagliare la prima fetta è ancora più forte :)




Con questa ricetta partecipo all'MTC di Ottobre.
Share:

Colors&Food di Ottobre: i Vincitori!

Buona domenica a tutti innanzi tutto!! Ore 10.00: vi siete alzati da poco? Vi siete già somministrati la vostra sana dose di teina o caffeina? Bene, io sono ormai al terzo caffè dopo una delle mie notti scatenate... e con un occhio aperto ed uno chiuso sono qui per comunicarvi i vincitori di Colors&Food del mese di Ottobre.
Inutile dirvelo, siete sempre più bravi e questa volta posso usare un aggettivo al plurale maschile perché ha partecipato anche Gianni e ciò mi ha fatto molto piacere. Il tema autunnale vi ha coinvolti molto e questo sulle prime mi ha sorpresa. Il colore non era dei più affascinanti forse, ma declinato nel cibo assumeva comunque interesse per la vasta gamma di alimenti che proprio l'autunno offre generosamente. Castagne, noci e funghi sono stati protagonisti delle vostre ricette, per poi arrivare ai legumi che uniti agli altri ingredienti vi hanno permesso di creare dei piatti caldi e avvolgenti. 
Ma quello che mi ha dato molta gioia è stato scoprire dai vostri post, da ciò che raccontate e dalle vostre fotografie, il vostro modo di vivere questa stagione. La primavera e l'estate si sa, portano con  loro una certa gioiosità. Significano rinascita, fioriture, sole e calde giornate e con tutto ciò un gran senso di libertà e voglia di stare all'aria aperta. Ma l'autunno? Dai vostri racconti è emerso un aspetto intimista che personalmente condivido e che rende questo momento dell'anno bello e affascinante in un modo totalmente diverso dalla stagione calda ma allo stesso tempo da vivere intensamente e in modo forse più raccolto.
Grazie ancora una volta per averci raccontato qualcosa di voi!

E ora...passiamo ai vincitori:

PRIMO CLASSIFICATO

 1229  600x pici e castagne minestra di funghi e castagne 2   Foto

Minestra di castagne e funghi di Pici e castagne 

La nostra Signorina Pici e Castagne ci ha presentato la sua "minestra dell'amicizia", questa splendida cocotte azzurra da assaporare nelle domeniche d'autunno,magari circondati dalle persone che più amiamo. Una minestra scalda cuore in tutto e per tutto.

SECONDO CLASSIFICATO 


Cappellacci di castagne con porri e speck di L'ombelico di Venere 

La pasta fatta in casa è sempre una di quelle preparazioni che fanno sentire l'amore di chi le prepara. Questi cappellacci ripieni dal sapore di castagna sono un modo davvero speciale per avvolgere i propri ospiti nei profumi autunnali.

TERZO CLASSIFICATO


 Cheesecake salato con castagne e salsiccia di Zibaldone culinario 

Un piatto semplicissimo da preparare ma... a dire il vero trattasi di delizia vera e propria. Una versione salata del cheesecake dalla base fragrante e con uno splendido mix di consistenze!

E non potevano mancare le coppe, vi pare?

COPPA LUNGA COTTURA


 Stufato al Nero d'Avola di Ritroviamoci in cucina


COPPA AUTUNNO: COLORI E SAPORI


Vellutata di castagne, porcini e noci di Briciole di delizie 

COPPA "PASTA UBRIACA"


 Spaghetti alla birra e pecorino di Note di cioccolato

Ancora grazie a tutti per la vostra partecipazione. Vi auguro una splendida domenica e vi invito ad andare a fare visita a Cinzia che ha preparato per voi qualche menù, comme d'habitude;)

Share:

24/10/12

Biscottini salati al Parmigiano Reggiano per la Parmigiano-Reggiano Night

Qualche giorno fa quando sono rientrata a casa, ho trovato una mail ad aspettarmi. Una di quelle mail che inizialmente leggi rapidamente tanto per capire di cosa si tratta e che poi inaspettatamente assorbe la tua mente e ti fa riflettere. Si trattava di un invito, un invito a partecipare a quello che leggete nell'oggetto del post: la Parmigiano-Reggiano Night, la prima cena Web 2.0 della storia.  

Si tratta di una serata virtuale alla quale ognuno di noi può partecipare cucinando un piatto avente tra gli ingredienti il Parmigiano Reggiano. Si può attingere direttamente dal sito del Parmigiano Reggiano spulciando tra le numerose ricette, altrimenti ci si può cimentare nella ricetta ideata per l'occasione da  Massimo Bottura, il suo risotto cacio e pepe. Che dite, volete provarci anche voi? 

La Parmigiano Reggiano Night si presenta come un evento finalizzato a dare un contributo di solidarietà alle famiglie interessate dal sisma. La ricetta stessa di Bottura, grazie alla scelta del riso, parla di condizioni di difficoltà, richiamando alla mente l’umile lavoro delle mondine  e allo stesso tempo  la passione e la fatica della ricostruzione. Si ricostruiscono case, scuole, aziende e a tutti gli abitanti dell'Emilia va la nostra solidarietà. Proprio pochi giorni fa avevo aderito ad un'altra iniziativa per l'Emilia, promossa da Melinda. Credo che questi progetti pro Emilia siano umanamente bellissimi e molto utili, spero vogliate partecipare anche voi.

Io ho sbirciato sul sito del Parmigiano Reggiano e ho trovato la ricetta di questi biscottini salati che sono facili da fare, richiedono poco tempo e non ultimo, sono squisiti. I vostri ospiti non potranno rimanere indifferenti trovando in tavola uno di questi biscottini...è un po' l'effetto sorpresa...invece del solito grissino, un biscottino friabile e profumato.

Ingredienti per 28 biscottini:
100 gr di burro, 100 gr di Parmigiano Reggiano, 100 gr di farina 00, 1 cucchiaio di paprica dolce e un cucchiaio di noce moscata.
Mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti, partendo dalla farina e lasciando il burro per ultimo. Il burro va unito a temperatura ambiente (oppure sciolto come ho fatto io). Stendere l'impasto con il mattarello e ricavarne dei biscottini dalla forma che preferite. Infornare su carta da forno a 170° per 5-7 minuti. Lasciate raffreddare e servite completando il vostro aperitivo o antipasto.

Note:
- per la cottura regolatevi con il vostro forno. Magari iniziate con 4 minuti e poi controllate;
- distribuite i biscotti distanziati tra loro perché durante la cottura di dilatano leggermente;

Cliccando QUI potete leggere direttamente la ricetta dal sito ufficiale.


Se vi piace questa iniziativa, potete partecipare preparando una ricetta come vi dicevo qualche riga fa, pubblicando la foto del vostro piatto sulla pagina Facebook: https://apps.facebook.com/parmigianonight/



Share:

21/10/12

Sgranocchini velocissimi per un fine settimana...in pigrizia

Un autunno meraviglioso questo, anche a Milano. Per chi come me ama la città, queste giornate di sole sono uno splendido regalo. Si respira un'aria nuova, a momenti fresca, ma il tepore mi permette di mettermi ancora una volta in maniche corte all'aperto. Fare una passeggiata senza fretta al parco è quello di cui ho bisogno. Munita di carrozzina, macchina fotografica, gettoni per la pista delle macchinine e grattini della sosta, ecco che parto per quattro passi in Parco Sempione. Nonostante sia sabato, la città è in movimento. Vuoi per la fiera, vuoi per il bel tempo sembra che tutti siano di fretta in macchina, come sempre. Ma una volta fatto il nostro ingresso al parco, sembra di entrare in tutt'altra dimensione. I bambini pedalano sulle loro coloratissime biciclette, le mamme chiacchierano tra loro. A volte dai loro dialoghi intuisci parole in francese o in inglese e io non posso fare a meno di compiacermi di questo aspetto internazionale. Amo uscire dal mio quartiere per immergermi in questo melange di realtà. Basta fare pochi passi tra i viottoli del parco per incontrare qualcuno che sotto l'ombra degli alberi pratica il Tai Chi, poco più avanti su un prato una squadra di ragazzi e ragazze gioca a football e nel campo da pallacanestro si gioca alla grandissima. I ragazzi portano con loro le scarpe tattiche e si cambiano prima di entrare in campo...ma non eravamo all'aperto? Io non ci avrei mai pensato al cambio scarpe...


Oggi, sempre con lo stesso mood di ieri, altra piccola passeggiata e pranzo in famiglia: assoluto relax. 
Non potevo quindi che proporre una cosina semplicissima, veloce e che vale da stuzzichino. Questi grissini e i bocconcini nascono dai ritagli avanzati di pasta brisée, se ne avete voglia e tempo, provateli a me sono piaciuti molto. Fateli magari passare sotto il grill per qualche minuto, diventeranno croccanti al punto giusto!

Con i ritagli o avanzi dell'impasto della pasta brisée, ecco qualche grissino o sfizio da gustare con solo 10 minuti di forno. Vi basta ritagliare delle strisce di pasta, distribuirvi del formaggio Emmental a scaglie e arrotolare per formare un grissino. Adagiate le striscioline sulla carta da forno e su una placca, con l'aiuto di un pennello da cucina cospargerle di acqua, olio e sale. Un'ultima passata nei semi di sesamo e via di corsa in forno. Idem per i bocconcini ai semi di papavero, stesso procedimento. Dovrete solo ottenere  dei filoncini più grossi e tagliarli come fareste con gli gnocchi, giusto per intenderci. Passatina con lo stesso mix di acqua, olio e sale e una spruzzata di semi di papavero. Adesso una veloce infornata e ... sgranocchiate pigramente...

Buona domenica!

Share:

17/10/12

Croque-monsieur...cucina francese express

Queste giornate d'inizio autunno sono un po' strambe...mi ritrovo a correre dalla mattina alla sera, tra un latte, un pannolino e un grembiulino che non vuole essere indossato. Qualche capriccio e qualche pianto, la pioggia torrenziale e il vento che mi fa bagnare tutta dalla testa ai piedi. Non ho ancora avuto il tempo di fare il cambio armadio...non ho nemmeno idea se riuscirò mai a farlo quest'anno e a dirla tutta forse non ne ho nemmeno tanta voglia. Oggi a sorpresa è tornato il sole, fa quasi caldo e pensare che io ero pronta ad indossare un maglione di lana con tanto di cappuccio e alamari. Non so nemmeno bene quello che stia accadendo in giro per il mondo a dire il vero. I miei tempi sono scanditi dalle necessità della nanetta e alla fine l'ultima cosa di cui ho bisogno è di sentire il telegiornale con tutte le sue amenità, ma forse forse ci sto pure guadagnando. Oggi poi sono partiti anche i riscaldamenti e figurati se non c'era qualcosa che non funzionava...Ed ecco il tecnico fare la sua annuale comparsa sulla soglia di casa, munito di tenaglie e ... dei soliti consigli. Sono quei consigli che ascolti, sì li ascolti tutti gli anni e ormai sai come comportarti qualora i termosifoni fossero pieni d'aria e con l'acqua fredda ma poi chissà perché le cose si aggiustano solo e sempre solo se il tecnico si materializza...ok...paghiamo anche questa uscita, tanto serviva...

Ma in mezzo a tutto questo marasma, io non demordo e quando arriva l'ora di pranzo non posso né saltare né mangiucchiare come se fossi in autogrill. 
Quindi, ecco un croque-monsieur venirmi in soccorso! Bello, caldo, avvolgente, saporito e tanto tanto francese.  Bastano pochi ingredienti per preparare la versione classica, quella con le fette imburrate e la farcitura a base di Gruyère e prosciutto cotto...tutto sta nell'avere l'idea e l'ispirazione per farlo, come sempre d'altronde.
Se volete leggere qualcosa di più su questo splendido toast tout à fait français, cliccate QUI e approderete nella Rubrica "Paris dans l'assiette" di Malvarosa. Vi aspetto!


Share:

14/10/12

Sfogliatine di mele a colazione e una giusta causa

Se siete di quelli come me che al mattino si svegliano per primi e vi concedete il lusso di godervi la cucina con il primo sole, allora potrete facilmente fare la gioia di coloro i quali - ignari di tutto - stanno ancora pigramente avvolti tra le coperte ronfanti e beati. In poche mosse e con l'aiuto del forno, potete preparare una colazione un po' diversa dal solito, basteranno 20 minuti in tutto, non di più, garantito!

Ingredienti per 4 sfogliatine:
1 confezione di pasta sfoglia rettangolare
amaretti morbidi
2 mele Golden Delicius
miele di acacia
confettura di albicocche

Accendete il forno a 180° e mentre questo si riscalda, preparate le sfoglie. Ricavate dalla sfoglia 4 rettangoli di pasta e distribuite sulla base degli amaretti (quelli morbidi a me piacciono di più) sbriciolati. Aggiungete un velo di confettura di albicocche e sopra la mela tagliata a fettine sottili. Sistemate i bordi della pasta chiudendo a pacchettino le vostre sfoglie e ultimate con l'aggiunta di un filo di miele di acacia sulla superficie delle mele. Subito in forno quindi! Le vostre sfogliatine saranno pronte quando i bordi saranno gonfi e dorati.

P.S: vi consiglio di usate la carta da forno che trovate all'interno della confezione di pasta, è comodissima, un po' umida (il che va bene) e potete preparare le vostre merendine direttamente su di essa, senza spostare la pasta qua e là, cosa che vi farebbe solo perdere tempo.



Nel mese di giugno avevo partecipato ad un evento organizzato da Melinda nelle bellissime Val di Non e Val di Sole. L'incontro con questa azienda e con il territorio che la circonda è stato piacevolissimo e molto formativo. Melinda è molto sensibile ai temi dell'ambiente e alle persone che lo abitano.Questa sua sensibilità si esplicita anche in un'iniziativa che si chiama "La mia ricetta per l'Emilia" che coinvolge noi blogger. La Campagna prevede una donazione di 10 Euro per ogni coppia di ricette con una mela Melinda. Qui sul blog ne apparirà una sola, mentre una seconda verrà caricata direttamente sul profilo Facebook di Melinda dedicato all'Emilia. Anche qui, per ogni nuovo Fun e grazie quindi ai vostri "Mi Piace", il Consorzio donerà 1 Euro. Quindi, se volete aiutarci anche voi, andate a visitare il profilo FB e cliccate "Mi piace"!! Spero che lo farete, è per una giusta causa e per uno spirito di solidarietà che non ci deve mai abbandonare, specialmente in un periodo come questo che stiamo vivendo...

Share:

11/10/12

Zuppa di saraceno e azuki

Nel mio girovagare dell'ultima settimana, un girovagare milanese, fatto di piccole commissioni e tragitti brevi, di entrate e uscite da negozi nonché del solito tragitto casa-scuola-super...bene, sono caduta irrimediabilmente nell'acquisto compulsivo. Sì, sono stata sedotta e infine ho ceduto sventolando la carta di credito e facendo moneta di quei pezzi da cinquanta che...cerco sempre invano di mantenere intatti (destinati poi ad esaurirsi quando mi fermo alla pompa della benzina...). L'acquisto compulsivo dicevo, quello che non hai programmato e che ti chiama e tu, che sorda non sei, prontamente rispondi. Scene viste,riviste, lette e stralette - Sophie Kinsella insegna - e con il baby shopping le cose non funzionano diversamente. Hai tutto nell'armadio, almeno apparentemente, ti dici che almeno fino a tre mesi di età non devi più prendere nulla perché l'indispensabile lo hai. E qui ti voglio! L'indispensabile...ma il superfluo? Il superfluo è proprio quello che cerchi, quello che costicchia poco, tipo 12,00 Euro, che ti piace un casino e che ha proprio quel colore che cercavi e non trovavi...
Ecco come funziona in questi giorni. La soluzione sarebbe "razionalizzare", dirsi "adesso basta" ma...i vestitini da principessa sono mooolto seducenti e la mamma amante del bello (e del superfluo) costantemente cede. 
Libere di criticarmi, avete ragione, ma sono certa che almeno una volta tutto ciò sarà capitato anche a voi, ditemi che è così!!!

La ricetta, certo! Brown like autumn, i toni sono quelli. I sapori invece sono quelli di una zuppa calda ed avvolgente, casereccia, da gustare alla sera in famiglia in giornate come questa. A Milano il cielo è grigio, pioviggina. Alla sera l'umidità avvolge la città e riscaldarsi anche a tavola diventa un vero piacere con un piatto come questo!

Ingredienti: 200 gr di cereali e legumi misti con grano saraceno e Azuki, 3 pomodori maturi, 1 cipolla rossa, sedano, 1 carota, 1 patata, 1/4 di zucca, olio evo, noce di burro, una fetta di pancetta a dadini, brodo vegetale, sale e pepe.

Il procedimento è semplicissimo, quello della classica zuppa di legumi con l'aggiunta di verdure fresche, quindi non starò a dilungarmi su lavare, affettare e soffriggere. Giusto? 

Aggiungo solo due note personali:
- l'aggiunta di funghi freschi è un'opzione più che adatta a questo piatto, quindi se ne avete di freschi o essiccati, fatene uso!
- consiglio di mettere a bagno i legumi, anche se sulla confezione c'è scritto che si può fare a meno di questo passaggio. Almeno sarete sicuri di potere eliminare ogni "difetto" che viene a galla nel mettere in ammollo.


Share:

08/10/12

Gratin di peperoni in cocotte

Questi sono giorni di novità e di assestamento. La piccola ha portato con sé una gioia immensa. La casa sembra essere più viva e non lo è solo per i pianti e per l'effettiva presenza di questa creaturina di rosa vestita. Le amiche vicine e lontane fanno la loro comparsa, chi al telefono chi via mail chi via FB e chi sulla porta di casa. Il telefono squilla, sono voci familiari, rimaste in silenzio per molto tempo - a volte troppo. Amici e parenti si uniscono nelle felicitazioni ed è bellissimo sentirsi raccontare i loro ricordi e le loro esperienze in fatto di primi e secondi figli...alla fine penso che siamo tutti nella stessa barca e che le dinamiche familiari in fin dei conti sembrano essere sempre le stesse, negli anni 70 fino ai nostri anni del 2000. Forse oggi nei confronti dei primogenito c'è un po' più di attenzione, di delicatezza per non farlo sentire in secondo piano e per cercare di mitigare quella gelosia che presto o tardi si presenterà. Ecco allora che la mamma si organizza e porta con sé in ospedale un piccolo regalo da consegnare al "grande", per quando verrà a conoscere il nuovo arrivato. Ecco il papà diventare un filo più tollerante nei confronti di quei capricci che fino a prima sarebbero stati veri e propri capricci appunto e che adesso sono solo una reazione naturale nei confronti del nuovo assetto familiare. Insomma...cose che capitano un po' in tutte le famiglie e che fanno sentire noi mamme vicine e accomunate dalle stesse esperienze.

Ma veniamo adesso alla ricetta.

Non si può iniziare l'autunno senza un gratin da infornare e da portare in tavola, con quel profumo di buono e quel caldino che porta con sé in tavola...meglio di tutto se proviene direttamente dal forno per piazzarsi trionfante in tavola su un sotto pentola oppure in una cocotte. Scene di cene e pranzi autunnali, me ne rendo conto, ma ormai è così e a me piace da matti questo clima fresco ma non troppo.



Per la ricetta, vi rimando alla mia rubrica Paris dans l'assiette, QUI

Buona settimana!

Share:

05/10/12

Mini quiche integrali, profumi d'autunno per Colors&Food

Prima di aprire il post dedicato alla ricetta per Colors&Food, vi devo ringraziare per il vostro calore e il vostro affetto. Mi avete scritto in tantissime, chi su FB, chi via mail, chi nei commenti ai post e mi avete commosso. Federica sta bene, mangia e dorme, un angelo. Ogni tre ore si risveglia per il suo cambio, il suo latte e dopo 20 minuti, eccola ripartire nel sonno pacifico, lavata e digerita :=)

Adesso però...spazio in cucina, muniamoci di fantasia e attrezzi per questo contest di Ottobre!

Dopo tanto tempo, questa è la mia prima ricetta autunnale. Dopo insalate, paste fredde, risottini profumati al limone, coppe alle fragole e gelati eccoci finalmente proiettati verso sapori più intensi e confort e, inutile negarlo, ritroviamo alimenti più calorici, adatti alla stagione autunnale. Questa prospettiva non mi dispiace affatto, anzi! Amo il clima autunnale, amo indossare i miei jeans con una maglia leggera e sopra un maglione di lana pesante, di quelli che ti fanno sentire un po' in montagna e quando questo esperimento funziona anche in città allora vuol dire che l'autunno ti piace proprio!
L'ideale in questo periodo è concedersi una camminata nei boschi, mi pare che sia il modo migliore per dare il benvenuto all'autunno. Immergersi nella natura sprofondando i piedi tra il fogliame, sentirne il fruscio, intravvedere ancora qualche tela di ragno resistere caparbia alle piogge...bellissimo. Quest'anno non credo che avrò la possibilità di fare molto, ma da (ormai) milanese radicata non mi priverò certo delle passeggiate al parco Sempione con i bimbi, quelle certo sono fattibili anche con una carrozzina formato gigante (quelle piccole non le fanno più, chissà poi perchè??). E dopo la passeggiata, sosta all'Arco della Pace per caffè e brioche (a qualsiasi ora, non mi formalizzo, in questo sono un po' esterofila ;)...vi dirò più avanti...

Ma ecco la ricetta di apertura per Colors&Food di Ottobre, un mese tutto dedicato al tema del marrone, all'autunno e con un unico divieto: niente dolci! 

Ingredienti per la pasta brisée integrale: 
100 gr di farina di grano duro
100 gr di farina integrale
100 gr di burro
1 cucchiaino di sale
1 uovo intero
4 cucchiai d'acqua

Ingredienti per la farcitura:
250 gr di funghi trifolati
Gorgonzola dole qb
Emmental qb
prezzemolo

60 gr di sfilacci di bresaola per accompagnare

Preparazione della pasta: unire le farine setacciate, aggiungere un pizzico di sale e mescolare. Aggiungere il burro ammorbidito e lavorare l'impasto con le mani. Aggiungere l'uovo e continuare ad impastare con l'aiuto di un po' di acqua. Quando avrete ottenuto una bella palla liscia e compatta, avvolgetela nella pellicola e lasciatela in frigo per 45 minuti. 
Una volta trascorso il tempo di riposo, riprendete la pasta, stendetela con l'aiuto del mattarello e distrubuitela in 4 piccoli stampi imburrati.

Farcitura: posizionate al centro della pasta i formaggi e aggiungete i funghi trufolati, una spolveratina di prezzemolo e infornate a 170° per 20 minuti circa.
Lasciate intiepidire e gustate accompagnando le mini quiche con della bresaola, io ho scelto gli sfilacci ma nulla vi vieta di utilizzare le classiche fettine magari annaffiate da un po' di limone ed olio;)

Note:
- a differenza della farina 00, quella di grano duro assorbe più acqua, quindi dovrete regolarvi mano a mano mentre impastate;


Colors&Food di ottobre: Brown like Autumn
Via con le ricette allora, Cinzia ed io siamo pronte a leggervi!
P.S: qualora dovessi tardare a commentarvi, sappiate che comunque arriverò...sarò solo impegnata a districarmi tra un biberon, un pannolino e una nanna, comunque arrivo!!

Share:

01/10/12

Colors&Food di Ottobre, Brown like Autumn

Rieccomi, ci sono, presente!! Questo post è programmato per scaramanzia, ma in teoria oggi dovrei essere già di rientro dall'ospedale insieme al mio mostriciattolo di rosa vestito. Ebbene sì, poi vi aggiornerò sullo stato delle cose - confusionale ovviamente, almeno per i primi giorni - ma vi farò sapere.
Intanto però ci tenevo a ringraziare Cinzia che per il mese di settembre ha bissato il mese per concedermi il giusto riposo prima del grande evento e ringrazio certo anche voi care amiche che avete sempre la pazienza e la follia per seguire le nostre idee!!

Ci siamo appena lasciati alle spalle l'estate e con il mese di Settembre il nostro contest ha cercato di prolunagare ancora un po' quelle meravigliose sensazioni che proprio l'estate porta con sè. I profumi delle more e dei frutti di bosco, i colori del cavolo viola, della melanzana,delle cipolle, dei fichi, dell'uva - solo per citarne alcuni - ci hanno fatto rivivere un contatto strettissimo con la natura e i nostri amati orticelli. Non è vero?

Ora però è giunto il momento di fare i primi passi nell'autunno e Colors&Food si colora di marrone, Brown like Autumn appunto! La natura fa il suo corso, le foglie tenere e verdi lasciano il posto a quelle gialle e marroni, ormai secche ma belle come non mai e grandi alleate nelle decorazioni delle nostre  tavole in questo periodo! I boschi offrono colori mozzafiato, tinti di giallo, arancio e marrone e non è possibile restare indifferenti di fronte alla magia si questa stagione. 

E in cucina allora? come la mettiamo? La sfida di questo mese consiste nel creare un piatto che abbia come tema dominante il marrone ma...con una restrizione: i dolci sono banditi!
Potrete scatenarvi dall'antipasto al secondo piatto, ma senza sconfinare nei classici dessert a base di cacao o caffè. Potrete piuttosto sfagiolare qualche nuova idea sull'impiego di cacao e caffè accompagnando le carni oppure utilizzandoli nelle basi dei primi piatti, ma non nei dolci, ok?
Ben vengano quindi le farine di castagne e quella integrale, il farro (pasta e farina), frutta secca (noci e uvette), castagne, funghi, tartufo, fagioli e...certamente cioccolato e caffè...
Potete divertirvi con i panificati, lievitati, basi per torte salate e farciture di vostra fantasia...insomma, fate tutto ciò che vi salta in mente a patto che non si materializzi in un dolce/dessert!

Qui di seguito le regole del contest:
1) Inserire il link alle vostre ricette (numero aperto) a commento di questo post dal 5 al 25 del mese corrente;
2) Possono partecipare solo i possessori di un blog;
3) Inserire il banner allegato (relativo al tema del mese) nel post della ricetta partecipante e nella home del vostro blog (oppure nella pagina dedicata ai contest);
4) Valgono le ricette postate dopo la pubblicazione di questo post, quindi dopo il primo giorno del mese;
5) Potete partecipare anche ad altri contest contemporaneamente con la ricetta che proponete;
6) Sono banditi i coloranti chimici.

Ci aggiorniamo al 5 ottobre, data dell'inzio del  contest, con un bocconcino tutto dedicato all'autunno!

Vale
 

RICETTE IN CONCORSO

1) Carciofi ripieni di Mamma Papera's Blog
2) Focaccia di patate farcita di Pinkopanino
3) Quiche radicchio,caprino e fichi di The Miss Tools
4) Pastiera napoletana salata di Pasticci & Pasticcini
5) Fagioli d'autunno di L'ennesimo blog di cucina
6) Crespelle di farina di castagne al gorgonzola e radicchio rosso di Pentola caliente
7) Stelle alpine al cioccolato su fonduta di formaggio di Sapori in concerto
8) Pappardelle al caffè con fonduta di formaggio e noci di Sapori in concerto
9) Risotto con i funghi di Vivere all'italiana
10) Baguette al cacao con crema di funghi porcini,spuma di lenticchie e battuto di lardo e rosmarino di Un'arbanella di basilico
11) Soufflé di funghi e patate di Cocogianni o cuocogianni?
12) Petto di pollo alla coca - cola di La cucina di mamma Loredana
13) Filetto con cappella di porcino grigliata di Una cena con Enrica
14) Pane e funghi porcini di Oggi cucina nonna Virginia
15) Risotto con funghi porcini di Cuoche si diventa
16) Riso selvaggio con pollo e funghi in agrodolce di Un'arbanella di basilico
17) Cavatelli al cacao e salsa al caffé di La cucina di mamma Loredana
18) Insalatina con frisella integrale, chicchi di melagrana,rucola e straccetti di cavallo di La cucina di Monique
19) Vellutata di patate con crostino di funghi di Pane e Acqua
20) Zuppa di cipolle gratinata di Kitchen Confidential
21) Zuppa di porcini e castagne di LiberaMente in Cucina
22) Tagliatelle di farina di castagne ai profumi di autunno di Indovina chi viene a cena?
23) Pappardelle al caffé con burro fuso e pinoli tostati di Sapori in concerto
24) Vellutata di castagne, porcini e noci di Briciole di delizie
25) Melanzane a sorpresa di L'ennesimo blog di cucina
26) Spaghetti di soia di Cognate in cucina
27) Alici in tempura su crema di borlotti di Il colore della curcuma
28) Panierini di sfoglia autunnale di Dolci armonie
29) Crocchette di lenticchie con radicchio stufato di Pinkopanino
30) Pappardelle all'ortica con porcini e borlotti di The Dreaming Seed
31) Ruote al ragù di funghi di L'ennesimo blog di cucina
32) Vellutata di lenticchie con quenelle di panna di Menu Italy
33) Vellutata di porcini con bigné allo Stravecchio di Rosso melograno
34) La genovese di LeberaMente in Cucina
35) Risotto al cacao con melanzane al forno di Love Cooking
36) Pennette di farro con porcini e speck di Julie & Julia
37) Bicchierini autunnali speziati di Burro e zucchero
38) Maiale alla mostarda con cipolle e pere caramellate di Symposion
39) Crema di ceci con gamberoni e cioccolato di Un pinguino in cucina
40) Minestra di marroni di Semplicemente buono
41) Gnocchi di castagne con fonduta di stracchini e radicchio di Pentola caliente
42) Ravioli alla farina di castagne con ripeno di ricotta e frutta secca di Sapori in concerto
43) Pappardella alla farina di castagne con panna e funghi di Sapori in concerto
44) Coda di rospo ai funghi in puré di cavolfiore di La cucina di Azzurra
45) Maltagliati di grano arso con i ceci di Un'arbanella di basilico
46) Cheesecake salato con castagne e salsiccia di Zibaldone culinario
47) Grifone sott'olio di Il bosco di Alici
48) Cappellacci di castagne con porri e speck di L'ombelico di Venere
49) Pizzoccheri alle pere di La cucina di mamma Loredana
50) Manzo al basilico Thai e zenzero di A thai Pianist
51) Le lenticchie di SpirEat
52) Fegato spadellato con datteri e semi di finocchio selvatico di Insalata Mista
53) Minestra di riso rosso e rape di A tutta cucina
54) Tagliatelle di castagne con noci, salsiccia e panna di Un giorno senza fretta
55) Spaghetti alla birra e pecorino di Note di cioccolato
56) Strozzapreti con farina di castagne e salsiccia di Coccole alla panna
57) Panini alle noci di Amo Nonna Papera
58) Filetto di maiale al caffè con lenticchie di L'eleganza del polpo
59) Minestra di castagne e funghi di Pici e castagne
60) Cestini di lenticchie di Onano e crema di patate al sale di liquirizia e pepe di Giava di Verde Cardamomo
61) Crema di lenticchie,castagne e cacao con pane al rosmarino con farina di ceci di La valgia sul letto
62) Spaghetti integrali con acciughe e pesto di nocciole di Poverimabelliebuoni
63) Costoletta di maiale al cacao con funghi e mandorle di Farina ZeroZero
64) Zuppa d'autunno di Sapori di Elisa
65) Polentina gialla con finferli, Montasio e noci in cocotte di LatoKitchen
66) Linguine con calamari e funghi di La cucina di zia Simonetta
67) Stufato al Nero d'Avola di Ritroviamoci in cucina
68) Tagliatelle rustiche al cacao con funghi porini e granella di castagne di la cucina di Bucci
69) Gli involtini di verza autunnali di I Colori del Gusto
70) Creste di gallo integrali con porcinie zucchine piccanti di Facciamo che ero la cuoca?
71) Crostoni di pane al grano saraceno di Cognate in cucina
72) Ravioli di segale con mortadella e provolone piccante alla crema di zucca e macis di Frairies' Kitchen
73) Lasagnetta di crepes alla farina integrale con radicchio trevigiano e formaggio Le Gruyere di La cucina di Monique
74) Gratin e super food di Cibo For Me
75) Ravioli di castagne con ripieno di funghi e taleggio di Sapori in concerto
76) Risotto alla spuma di porcini di Penna e forchetta
77) Estate travestita da autunno di Pates et pattes
78) Ravioli alle patate con crema di fave e funghi cardoncelli di Ma come cucini?
79) Zuppa con roveja di Profumo di casa mia
80) Polpettone di carne e fagioli di Il colore della curcuma


RICETTE FUORI CONCORSO

Insalata autunnale con bastoncini di bresaola,mele,uva e noci di La cucina di Monique
Crostatine con frolla di riso nerone e crema al chai-tea-latte di Arricciaspiccia

e poi ci siamo noi con:
Le tigelle di Essenza in cucina
Mini quiche integrali di My Taste for Food

Ricette aggiornate al 26/10 - Contest Termnato
Share:
Template Created by pipdig