17/10/12

Croque-monsieur...cucina francese express

Queste giornate d'inizio autunno sono un po' strambe...mi ritrovo a correre dalla mattina alla sera, tra un latte, un pannolino e un grembiulino che non vuole essere indossato. Qualche capriccio e qualche pianto, la pioggia torrenziale e il vento che mi fa bagnare tutta dalla testa ai piedi. Non ho ancora avuto il tempo di fare il cambio armadio...non ho nemmeno idea se riuscirò mai a farlo quest'anno e a dirla tutta forse non ne ho nemmeno tanta voglia. Oggi a sorpresa è tornato il sole, fa quasi caldo e pensare che io ero pronta ad indossare un maglione di lana con tanto di cappuccio e alamari. Non so nemmeno bene quello che stia accadendo in giro per il mondo a dire il vero. I miei tempi sono scanditi dalle necessità della nanetta e alla fine l'ultima cosa di cui ho bisogno è di sentire il telegiornale con tutte le sue amenità, ma forse forse ci sto pure guadagnando. Oggi poi sono partiti anche i riscaldamenti e figurati se non c'era qualcosa che non funzionava...Ed ecco il tecnico fare la sua annuale comparsa sulla soglia di casa, munito di tenaglie e ... dei soliti consigli. Sono quei consigli che ascolti, sì li ascolti tutti gli anni e ormai sai come comportarti qualora i termosifoni fossero pieni d'aria e con l'acqua fredda ma poi chissà perché le cose si aggiustano solo e sempre solo se il tecnico si materializza...ok...paghiamo anche questa uscita, tanto serviva...

Ma in mezzo a tutto questo marasma, io non demordo e quando arriva l'ora di pranzo non posso né saltare né mangiucchiare come se fossi in autogrill. 
Quindi, ecco un croque-monsieur venirmi in soccorso! Bello, caldo, avvolgente, saporito e tanto tanto francese.  Bastano pochi ingredienti per preparare la versione classica, quella con le fette imburrate e la farcitura a base di Gruyère e prosciutto cotto...tutto sta nell'avere l'idea e l'ispirazione per farlo, come sempre d'altronde.
Se volete leggere qualcosa di più su questo splendido toast tout à fait français, cliccate QUI e approderete nella Rubrica "Paris dans l'assiette" di Malvarosa. Vi aspetto!


Share:

25 commenti

  1. Se me lo prepari oggi vengo a pranzo da te
    Bacioni

    RispondiElimina
  2. eh eh... io adoro i croque monsieur (e anche i madame). Mi sono anche comprata il libercolo di Conticini sull'argomento :)

    RispondiElimina
  3. Dai tuoi racconti, vedo me tra qualche mese. Mentre tutti correranno xil natale, io sarò alle prese fra pannolini, bavaglini e vomitine!!!
    Io però ho giocato di anticipo: cambio di stagione giá fatto!!!!
    I croque monsieur sono troppo buoni e tuttonquello che ricorda vacanza sembra ancora più buono!!!!

    Con la bimba riesci a seguire il blog??? Io così timore di abbandonarlo.
    Un kiss e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uso del normalissimo pane bianco, quello dei toast appunto. Ma è perfetto anche il pane ai cereali, quello integrale, di segale...se poi vuoi strafare te lo puoi fare con il lievito madre, basta avere tempo, ma se opti per fare il pane in casala ricettina non è più così easy ;)
      un bacione,
      Vale

      Elimina
  4. devo dirti che nonostante i miei nanetti siano usciti da poppate e pannolini la sensazione di un tempo che scorre con leggi proprie ce l'ho spesso anch'io, ho rinunciato in maniera cosciente al telegiornale perchè niente potrà mai farmi credere che quello che sta succedendo in Italia sia legittimo... e credo che un croque monsieur ci stia proprio bene.

    RispondiElimina
  5. li ho scoperti da poco e ora non posso più farne a meno
    baci

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piace il croque monsieur! Io abbondo di formaggio .. son golosona ehehehe

    RispondiElimina
  7. Che buoni i croque monsiur..me lo prepari che vengo a torvarti?
    Buona giornata!
    Roberta

    RispondiElimina
  8. Sono stata a Parigi a Settembre....ho mangiato baguette e croque monsieur a volontà!!!!Il paradiso!!!Complimenti!!!=)

    RispondiElimina
  9. Ciao Valentina, immagino il marasma....piuttosto, come si chiama la "nanetta"??
    Appunto la ricetta e vado subito a scuriosare da Malvarosa, se hai tempo passa a trovarmi, anche se immagino sarà un'impresa!
    Un bacio a te e alla piccolina!

    RispondiElimina
  10. wonderwomannn all'arrembaggio .. dai ogni tanto fermati e rilassati però eh!

    RispondiElimina
  11. magnifica!! che golosità mi tocca vedere :))

    RispondiElimina
  12. ci credi che per questi potrei fare pazzie???! Li adoro............

    RispondiElimina
  13. Cara Valentina, con l'arrivo della piccolina è comprensibile che tu sia così presa ... il cambio armadio può aspettare ancora un po' e con la cucina sei super anche se ti dedichi a piatti express ;)

    Un bacione,
    Valentina

    RispondiElimina
  14. anche noi oggi abbiamo goduto di un bel sole :D
    dopo tanta pioggia...
    ottimi i croque monsieur! :P

    RispondiElimina
  15. Mi sembra di vederti correre come una matta da una parte all'altra, d'altra parte corriamo tutti, figurati tu con la "nanetta".... comunque anche se è sprint questo piatto è proprio invitante, bacione

    RispondiElimina
  16. Cbe buoni e che belli, sono ricette che hanno il potere di evocare il passato (per me) non sono più "di moda" ma proprio per questo assolutamente splendide, oltre che buone, mi ricordano i primi tentativi di mia madre nel fare ricette che non fossero italianissime...ogni volta era una scoperta, negli anni 60 non era così facile come adesso conoscere ed informarsi.
    Grazie per questo ricordo.

    Cri

    RispondiElimina
  17. Che bello leggervi! e che bello vedere che anche voi apprezzate come me un bocconcino così semplice ma proprio saporito...quando si dice che bisogna sapere godere delle cose semplici...
    Vi abbraccio tutti e grazie, come sempre!
    Vale

    RispondiElimina
  18. questa ricetta è un vero salva-cena!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  19. cioè... sarebbe il cugino del nostro toast, ma con il ben più nobile gruyére?
    Sai che da poco lo ho scoperto anch'io, che non tengo mai sottilette ma del buon emmenthal svizzero. Faccio grigliare le fette in forno e poi monto il tutto: i miei figli ci vanno pazzi e mi stendolo tappeto rosso, pensa te!
    Baci baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia!! si si, alle volte ci spremiamo tanto le meningi, riduciamo la cucina un campo di battaglia e poi... vince la semplicità assoluta...
      Aspetto tue news sul we, baciiiiiiiiiii

      Elimina
  20. buonissimo!!! lo mangiavo spesso a Londra perchè lo portava la mia amica dal ristorante francese!! ma c'è un modo di farlo?? *-*

    RispondiElimina
  21. Di questo Croque-monsieur ne avevo sentito parlare poco tempo fa in un film:"E' complicato"..
    Lo cucinava Meryl Streep...dicevano che era strepitoso...e infatti lo sembra proprio!!!! Mi ero dimenticata di cercare cosa fosse!Grazie per avermelo ricordato....

    Ps grazie per essere passata da noi e averci permesso di conoscerti!
    Un bacio, buona domenica
    j.

    RispondiElimina

Template Created by pipdig