12/11/12

Risotto mela e calendula ...a pressione

Questa è una di quelle ricette che io adoro, per vari motivi. Prima di tutto perché amo i risotti, credo che potrei vivere di risotto senza mai stancarmi. Poi per gli ingredienti che ho utilizzato perché mi riportano all'inizio dell'estate, quando in Trentino ho trovato questo mix delizioso di riso, mela e calendula. Se pensavo che promettesse bene già sulla base dell'etichetta, i risultati hanno superato di gran lunga le aspettative, quindi al prossimo giro ne farò scorta. E, non ultimo, mi piace il risotto fatto con la pentola a pressione. Lo dico senza vergogna, consapevole di fare arricciare il naso a qualcuno, ai puristi senza dubbio. Ma io che chef non sono e che comunque so bene come si fa il risutin, quello fatto bene ma proprio bene, dico anche che siamo in tanti/tante ad optare per la cottura in pentola a pressione. Ciò non mi meraviglia considerando i ritmi delle nostre giornate e quindi mi ci metto pure io, con il mio desiderio di qualcosa di buono da far sposare con quella manciata di minuti prima di sedersi a tavola. 

Il vantaggio della cottura a pressione è senza dubbio il risparmio di tempo. Anziché impiegarci i 20 minuti canonici, ci si mette 5-7 minuti, dipende dalla quantità e dalla pentola. Io ho sperimentato la pentola a pressione di Lagostina - Acticook - e ho ridotto ulteriormente i tempi di un paio di minuti. L'unica cosa indispensabile è gestire correttamente il rapporto riso/liquido; se con la pentola a pressione standard di solito mi regolavo mettendo il doppio di liquido rispetto al riso, con questa quasi  non mi prendo nemmeno questo disturbo perché arriva in soccorso una tabellina con le indicazioni necessarie (ecodosi, così le chiamano) e un ricettario da dove pescare qualche nuova idea (io alla cottura del dessert a pressione non avevo mai pensato!) e qualche macro informazione sui tempi di cottura. 

Quindi, se siete tra quelli che come me non si scandalizzano di fronte ad un risotto in pentola a pressione, allora sedetevi a questo desco, altrimenti...fate semplicemente lo stesso risotto ma con la vostra pentola preferita ;)

Ingredienti per 2 persone:
burro, cipolla, vino bianco, Parmigiano-Reggiano, brodo vegetale, 160 gr di riso alla mela e calendula, nocciole
Fare appassire la cipolla nel burro a fuoco dolce per qualche minuto, unirvi il riso e farlo tostare, sfumare con il vino e aggiungere il brodo vegetale. Cuocere a pressione per 5 minuti, fare sfiatare la pentola, salare e mescolare. Mantecare con del burro e il formaggio grattugiato e servire con delle nocciole tritate grossolanamente.


Buona settimana!
Share:

18 commenti

  1. Come vorrei poterlo provare, la calendula mi intriga molto, vedrò se nella mia erboristeria la trovo!
    Buona giornata Valentina!

    RispondiElimina
  2. Ebbene sì, lo ammetto, anche io sono una adepta del risotto fatto in pentola a pressione! E mi viene pure bene! ;o) Mi faccio ancora qualche scrupolo quando ho ospiti (perché magari sono tra quelli che arricciano il naso) ma sarebbe molto comodo anche in quei momenti perché potrei stare a tavola con loro e non in cucina a mescolare...
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  3. Abbinamento interessantissimo, spero di provarlo quanto prima. Per quanto riguarda la pentola a pressione non mi scandalizzo affatto, anzi, meno male che c'è. L'unica cosa è che non mi sono mai cimentata nella preparazione di un risotto e ho molto paura di brucialo, ma prima o poi bisogna rischiare.

    RispondiElimina
  4. ma questa cosa proprio non la sapevo, adoro i risotti proprio come te, e ad essere sincera rinuncio anch'io per lo stesso motivo, non mi va di stare li a mescolare a ed aggiungere brodo per cui stasera provo assolutamente...e poi perché meravigliarsi ogn'uno ha diritto di cucinare come meglio crede no? grazie della dritta!

    ti abbraccio :)

    http://myviadellerose.wordpress.com

    RispondiElimina
  5. Uffi Valentina, non ci dai le indicazioni sul rapporto riso/brodo che hai usato tu? Io non ho il ricettario della mia pentola a pressione, faccio a occhio? Circa il doppio del riso può andare? Stasera vorrei provare a fare il risotto "a pressione" :)
    Un bacio cara e ps: voglio anch'io il riso alla mela e calendula!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, il doppio va benissimo, non di meno, questo no!
      baciiiiiiiiii, vado a prendere il pupo ;)

      Elimina
  6. cara vale, ma che bontà di risottino hai preparato???

    RispondiElimina
  7. devo provare...con la pentola a pressione faccio solo la carne e le verdure!
    che bello ti è venuto!

    RispondiElimina
  8. Sai che non ce l'ho nemmeno la pentola a pressione? Forse dovrei anch'io pensare alla lista di Natale.... bacione

    RispondiElimina
  9. ci credi che ho 2 pentole a pressione e non le uso mai? Sfizioso il tuo risotto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. Ciao cara!
    Io non mi scandalizzo ci mancherebbe però non lo faccio nella pentola a pressione perchè generalmente non la uso.
    Uso altri tipi di cottura e preferisco nel caso metterci qualche minuto in più ma "vedere" cosa stà succedendo ... poi ovviamente va ad abitudine.
    Sai che comunque uno chef mi ha detto comunque che il risotto trazionale fatto in padella non andrebbe mai mescolato?
    Siamo noi che ci fissiamo a girarlo con il cucchiaio (o forse anche perchè non abbiamo la pentola giusta e si attacca) ...
    Che forte il pacchetto di riso con la mela e calendula ... sarebbe anche una simpatico e gradito regalo!
    Un bacioneeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vero MOnique!! non servirebbe mescolarlo, basta mettere il liquido in dosi corrette e poi...anche il riso diventa uno di quei piatti che si fa da solo ;)
      baci

      Elimina
  11. Ciao, grazie per essere passata da noi ed esserti unita al nostro blog, ricambiamo con piacere!
    Hai preparato un ottimo risotto ma visto che abito in Trentino e non ho mai visto questo mix, mi dici dove l'hai trovato o chi lo produce? Sono davvero curiosa. Per la cottura in pentola a pressione non ci trovo niente di male, ottimo l'accostamento con le noci.
    Un abbraccio
    Alice

    PS: vado un pò indietro nel tempo attraverso il tuo blog a scoprire altre delizie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, ho trovato il riso da Melinda a Taio. Ti dico pari pari chi lo confeziona: AgriTrentina du Roncador Paola, sempre a Taio. Devi provarlo!!
      grazie per essere passata!

      Elimina
  12. Ciao Valentina! E' più di un'ora che sono davanti al tuo blog, ipnotizzata da tante tue ricette! E ho notato una certa affinità di pensiero/gusti con la sottoscritta: il che mi fa solo piacere!!! :-)
    anche io faccio spessissimo il risotto nella pentola a pressione: tutti i gusti vengono esaltati perchè non ci sono dispersioni di vapori, è rapido e anche eco friendly! Perfetto direi! Questa tua versione è molto, molto accattivante non posso non dirtelo! A presto!!
    Elena- conunpocodizucchero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, che piacere leggerti. Sono felice che tu abbia trovato nel mio blog "un'anima gemella".Adesso passo a salutarti ;) Buona giornata!

      Elimina
  13. Ottimo questa cottura.... e il risotto sicuramente da provare!!!!
    lalexa

    RispondiElimina
  14. Calendula, corolla di sole poco utilizzata in cucina, eppura fa cosi bene. Io la utilizzo spesso in primavera dentro le insalate. Sei un incantevole scoperta...
    Un baciotto e a presto... :)

    RispondiElimina

pipdig