17/01/13

Crostata ai mandarini e mirtilli, un raggio di sole




Questa mattina faceva freddo, più freddo del solito, o forse ero io ad avvertire in modo particolare un clima quasi ostile. Mentre camminavo sul marciapiede, la mia mano unita a quella di mio figlio, guardavo i rami degli alberi. Quegli alberi che in estate ricoprono i binari del tram, che riconosco per le loro folte e pesanti fronde, oggi erano singolarmente secchi, quasi grigi. Sembravano vecchi, come se il grigiore dei rami rappresentasse la loro età e questo pensiero mi ha portato un'ondata di malinconia. 
Ho bisogno di un raggio di sole. Mentre scrivo le nubi si sono diradate, quasi intuendo la mia speranza. I panni sono stesi all'aria, lentamente si muovono. Penso a mia figlia che dorme nel suo lettino profumato e spero che un raggio di sole ci sia sempre anche per lei. 

Vi dedico questa crostata, con il colore del sole e la leggerezza di cui ho bisogno. Una fettina anche a voi farà senz'altro bene.

Ingredienti:
per la pasta frolla: 150 gr di burro, 150 gr di zucchero, 1 uovo, baccello di vaniglia (o essenza), 300 gr di farina, scorza di limone grattugiata
e per la farcitura: 250 gr di ricotta di pecora, due tuorli, 80 gr di zucchero, cannella, buccia di limone grattugiata, 1-2 mandarini, mirtilli, 2 amaretti sbriciolati

Impastare la farina con il burro ammorbidito, lo zucchero, l'uovo e la vaniglia. Aggiungere della scorza di limone, rivestire il panetto d'impasto ottenuto con della pellicola e lasciare in frigo un'ora.
In una ciotola mescolare la ricotta con lo zucchero, aggiungere i tuorli, una spolverizzata di cannella e ancora un po' di scorza di limone. 
Ricoprire lo stampo imburrato con la pasta, disporvi all'interno della carta da forno con dei fagioli secchi e infornare per circa 15 minuti a 180°. Una volta cotta la pasta, sbriciolare sulla base gli amaretti e distribuire la farcia. Decorare con mandarini e mirtilli.
Se volete abbellire ulteriorimente, potete aggiungere sulla frutta una leggera gelatina per l'effetto lucido.

Vale