28/02/13

Le mie Madeleines, collaudate e velocissime


E' incredibile che un bocconcino così buono possa essere pronto in soli venti minuti, non trovate anche voi? Basta unire tutti gli ingredienti, disporre dello stampo e il forno pensa a tutto il resto. La bilancia riposizionata, la lavastoviglie che risciacqua ciotole e posate e voi, tra non molto, avrete a vostra disposizione dei morbidi biscotti per il tè pomeridiano. Adoro le ricette come questa, collaudate, senza rischio di defaillance e pronte in un batter di ciglia.

Ingredienti per 9 madeleines:
1 uovo, 70 gr di zucchero, vaniglia, 1 cucchiaino di lievito per dolci, 60 gr di farina, limone grattugiato, 60 gr di burro, un pizzico di sale

Sbattere l'uovo con lo zucchero. Unire la farina al lievito e aggiungerli all'uovo con lo zucchero. Aggiungere della vaniglia, la scorza grattata di un limone (se non trattato meglio!), un pizzico di sale e infine il burro ammorbidito. Trasferire il composto nello stampo per madeleines e cuocere per 12 minuti a 220°.

Potete conservarle in una scatola di latta per una settimana e...straviziatevi!
Share:

26/02/13

Pollo croccante ai cornflakes


Un paio di giorni fa, passeggiando con una mia amica, ci siamo inoltrare in un piccolo parco vicino a casa. La costruzione è talmente recente che tutto pare finto da quanto è perfetto e pulito.Non posso non chiedermi quanto durerà l'idillio. Tra un sentiero e l'altro, ad un certo punto, ho alzato gli occhi. Faceva freddo e c'era quell'aria che preanuncia la neve. Cercando di alzare il bavero della giacca per coprirmi, in un gesto abituale e quasi istintivo, ho incrociato con lo sguardo i rami di un albero. Ho riguardato meglio ed avevo ragione, erano già in fiore.Quei piccoli petali bianchi e rosa si sono ricoperti di neve la stessa notte. Avevo ragione, la neve sarebbe arrivata. Per un attimo la primavera si è fatta vedere, forse per farsi desiderare. Ma per me non è ancora tempo, amo quest'inverno e ogni volta che il vento cambia io indago e aspetto una nuova imbiancata.

E al ritorno da una passeggiata, eccoci a preparare la cena. La felicità dei piccoli: fritto e croccante petto di pollo da gustare con qualche goccia di ketchup e per noi, idem, con il vantaggio di una cena veloce e simpatica. 

Semplicissimo:
sbattete 2 uova, passateci 300 gr di petto di pollo tagliato. Cercate di ricavare delle striscioline sottili e di dimensione uguale. Passate la carne in 90 gr di cornflakes frullati, tipo panatura. Friggete in olio di semi, salate con un po' e sgranocchiate!
Questa è una soluzione perfetta anche per una cenetta davanti alla TV: film o partita che sia e relax.
Share:

21/02/13

Spaghetti alla quasi carbonara, veloci e leggeri


Una signora anziana, sugli ottant'anni, se ne sta ferma sul marciapiede appoggiata al suo bastone. Coperta da un impermeabile imbottito, caldo e morbido, sosta immobile in attesa di qualcuno guardandosi attorno con perplessità. Ci incrociamo spesso per strada. Lei è la nonna di una bimba graziosa, coetanea di mio figlio. Vive nel nostro quartiere e cammina parecchio nelle vie del circondario. La mia strada incrocia la sua e ci scambiamo un saluto. Lei spera di poter scambiare due parole, lo si capisce dallo sguardo grato di fronte al mio buongiorno. Non sa come dirmelo, ma alla fine sfida la sua timidezza e ci prova. Mi racconta che sta facendo la collezione di francobolli, per la sua nipotina. Mi chiede se posso tenerle da parte i francobolli, quelli che potrei ricavare dalle buste che ricevo per posta. Per così poco il suo viso si illumina da un sorriso e la lascio ad aspettare il marito. Un francobollo. Ma davvero basta così poco per regalare un momento di felicità a qualcuno?

Oggi una ricetta semplice, veloce, stile Easy Cooking che a me piace sempre tanto. Due spaghettini da gustare da soli o in compagnia, adatti per soddisfare un momento di gola perché si sa...la pancetta con le uova ha sempre il suo perché!

Ingredienti per due persone: pinoli, foglie di menta da frullare insieme,1tuorlo d'uovo, formaggio caprino grattugiato, pancetta a dadini, pepe, un filo d'olio da aggiungere alla fine e...spaghetti naturalmente.

Semplicissimo: frullare i pinoli con le foglie di menta. In una ciotola, sbattere il tuorlo con il formaggio. Saltare la pancetta in padella con una noce di burro (giusto un'idea visto che la pancetta scaldandosi suderà già di suo). Per rendere croccante la vostra pancetta, a fiamma alta, aggiungere due cucchiai di acqua di cottura. Lasciare sfrigolare bene e procedere al condimento. Togliere la padella dal fuoco, unire gli spaghetti al dente e mescolare velocemente con l'uovo e pecorino. Un pizzico di pepe e un filo d'olio completeranno il piatto.
Share:

18/02/13

Menù ai legumi: un tocco di colore e tanta salute nel piatto


I malinconici marciapiedi, anche loro,  hanno ritrovato un po' di brio in questi giorni di Carnevale. Coriandoli variopinti danno un tocco di allegria alle strade che percorriamo ogni giorno. Ad un tratto ci accorgiamo che abbassando lo sguardo abbozziamo un sorriso, senza nemmeno rendercene conto. Un puntino colorato, di carta, arrivato per caso sull'asfalto, non può non farci tornare bambini, almeno per un attimo. Una mano paffuta deve essersi immersa in un sacchetto, ha formato un pungo e veloce si è aperta al vento accompagnata dal suono di una giovane voce. Tante risate, colori e scherzi. Forse gli scherzi ai grandi non piacciono più, oppure non li sanno più interpretare con la giusta leggerezza priva di ogni malizia. 
A me il Carnevale ha lasciato un senso di leggerezza che spero di conservare in questi prossimi giorni.

I miei piatti si colorano di fuxia. Non portano coriandoli, ma una tinta unita allegra quanto basta. I legumi sono protagonisti di questo menù, un misto di consistenze piatto dopo piatto.

Morbidezze in coppetta: fagioli neri e salmone affumicato

Ingredienti per 4 coppette: 200 gr di fagioli neri Melandri, sale, pepe, olio evo, salmone affumicato, scorza di limone

Bollire i fagioli come d'abitudine, frullarli diluendoli con un po' di acqua di cottura e regolare di sale e di pepe. Distribuire il composto in coppette e completare con delle fettine sottili di salmone affumicato rinfrescate dal profumo del limone grattato a pioggia.


Variazione di Quiche con piselli

Ingredienti per 4 mini quiches:
150 gr di Gruyère, 1 uovo, sale, pepe, 100 ml di panna liquida, 50 ml di latte, 50 gr di prosciutto cotto, 80 gr di piselli verdi spezzati Melandri, burro per stampini, pasta brisée;
In una ciotola, unire il formaggio grattato, l’uovo sbattuto a parte, la panna liquida, il latte. Aggiungere il prosciutto cotto tagliuzzato grossolanamente, i piselli precedentemente bolliti (10 minuti di pentola a pressione),salate e pepate. Ungete con il burro 4 stampini (circa 8 cm di diametro), rivestiteli di pasta brisée e riempiteli con il ripieno. Infornate a 180° per circa 20 minuti. Lasciate intiepidire e servite.



Muffin multicereali con fichi farciti alle mandorle

Ingredienti per 8 muffin: 70 gr di farina multicereali istantanea Melandri, 70 gr di farina integrale, 1 cucchiaino di lievito per dolci, 1 cucchiaino di bicarbonato, 2 cucchiai di panna acida, 4 cucchiai di latte, 4 fichi farciti alle mandorle, 2 uova intere, 60 gr di burro, 100 gr di zucchero semolato

Mescolare le due farine e aggiungervi il lievito, il bicarbonato. In un'altra ciotola sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la panna e il latte. Unire il composto alle farine, il burro sciolto ma non caldo e aggiungere i fichi farciti tagliati a piccoli pezzettini. Distribuire l'impasto nei pirottini e infornare a 150° per 20 minuti circa.


Buona settimana!
Share:

13/02/13

San Valentino: di menù, ricordi e armonia

Oh! Valentino vestito di nuovo,
come le brocche dei biancospini!
Solo, ai piedini provati dal rovo
porti la pelle de' tuoi piedini;
porti le scarpe che mamma ti fece,
che non mutasti mai da quel dì,
che non costarono un picciolo: in vece
costa il vestito che ti cucì. 

Così recitavano i versi di Giovanni Pascoli che ogni martedì era solito rivolgermi il fruttivendolo che passava davanti casa. Con mia nonna ci affrettavamo per raggiungere il suo camioncino carico di frutta e verdura e lui subito iniziava con queste parole rivolgendosi a me. Mai più avrei immaginato che quelle sue parole sarebbero rimaste così immutate nella mia mente. Insieme a questo ricordo, porto con me quello della piccola festa del 14 febbraio. In un paesino vicino al mio era abitudine portare delle bancarelle piene di dolcetti. Ovviamente, vista la prossimità al carnevale, era anche la buona occasione per gustare calde e morbide frittelle. Una passeggiata e poi il ritorno, al freddo ma con un sacchettino colmo di coloratissime caramelle.
Solo dopo tanti anni per me il San Valentino si è trasformato nella festa degli innamorati, ma di fondo nel mio cuore rimangono il fruttivendolo, i suoi versi, le bancarelle dei dolciumi e le telefonate di amiche, nonne e zie per gli auguri di buon onomastico.

Nessun cuore quindi nei miei piatti, ma solo un biancore di fondo che vuole essere un richiamo alla neve di questi giorni e alla tenera età in cui San Valentino mi faceva sentire molto ma molto speciale ;)

Macarons al caprino ed erba cipollina


Ingredienti per circa 30 macarons*: 190 gr di farina di nocciole, 310 gr di zucchero a velo, 150 gr di chiara d'uovo, 95 gr di zucchero semolato; per la farcitura: formaggio caprino, succo di limone e erba cipollina, paprika dolce in polvere;

Mescolare la farina di nocciole con lo zucchero a velo. Montare le chiare e aggiungervi progressivamente lo zucchero semolato. Unire il tutto alla farina di nocciole e procedere con la distribuzione dell'impasto sul classico tappetino di silicone. Infornare per 10 minuti a 150°, fare raffreddare e rimuovere i macarons. Procedere fino ad esaurimento dell'impasto. Farcire con la crema di formaggio caprino che è presto fatta. Basta montare leggermente il formaggio con un cucchiaio di legno, unirvi del succo di limone e profumare con l'erba cipollina. Spolverizzare con della paprika dolce.

Note:
- Io ho farcito solo i macarons necessari per un antipasto e ho conservato gli altri per dessert. Per le dosi della farcitura regolatevi in base alle vostre necessità e gusti (soprattutto per l'erba cipollina che non piace a tutti)
 * dosi prese dal libretto "macarons" di Philippe Mérel

Cavatelli su carota montata e ricotta affumicata


Ingredienti per 4 persone: 300 gr di cavatelli, 4 carote, panna liquida da cucina 100 ml, sale, pepe, ricotta affumicata, olio evo:

Semplicissimo. Mentre cuociono i cavatelli (circa 20 minuti), fare bollire le carote affettate a rondelle in acqua leggermente salata. Frullare la carota con il minipimer e aggiungere la panna che va nuovamente frullata per ottenere una leggera montatura. Distribuire sul piatto la crema di carota, i cavatelli e grattugiare con la ricotta affumicata. Una spolverizzata di pepe e un filo d'olio evo.

Tournedos con terrina di foie gras e puré alla salvia


Ingredienti per 4 persone: 8 tournedos, burro, terrina di foie gras, pane in cassetta, patate, latte, noce moscata, salvia, sale, pepe;

Veloce ma di effetto. Preparare il puré come al solito ma insaporendo il burro con la salvia (che poi rimuoverete).  Ricavare dal pane dei dischi che farete tostare e serviranno da base per la carne. In una padella, quella dove cuocerete la carne, fare sciogliere del burro e scottarvi delle piccole porzioni di foie gras in terrina. Mettetelo da parte e procedete con la cottura dei tournedos. La cottura deve essere veloce e allegra per garantire la cottura all'esterno e il mantenimento del cuore tenero all'interno. Servire i tournedos accompagnati dal foie gras.

Mousse ciocco meringa


Ingredienti per 4 coppette: 150 gr di cioccolato fondente, 10 gr di burro, 1 uovo, 100 ml di panna montata, meringhe;


In una bastardella sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Togliere dal fuoco ed aggiungere il burro a pezzetti. Incorporare il rosso d'uovo. Unire al cioccolato il bianco d'uovo montato a neve e la panna ugualmente montata. Trasferire il composto in coppette e mettere in frigo a consolidare per un'ora. Guarnire con fragranti meringhe.

Che possa essere un San Valentino speciale anche per voi!
Share:

12/02/13

Un mese di cucina Fusion per Colors & Food


Il mese di Febbraio si colora di verde e va alla ricerca di sapori lontani. La cucina Fusion è appassionante. Per me è sinonimo di ricerca, equilibrio e allo stesso tempo di apertura. E' una cucina che si apre verso il mondo, che accoglie tante culture culinarie ricreando piatti da sapori e consistenze interessantissimi.
Creatività ed Equilibrio sono le due parole chiave per cimentarsi nel contest di questo mese, unitamente al tema - Fusion - e al colore, Verde. 

Se avete voglia di essere dei nostri, allora cliccate QUI e vi ritroverete direttamente nel post di apertura dove troverete tutte le indicazioni per partecipare. Se volete sapere qualcosa in più sulla Cucina Fusion potete dare una sbirciatina a questo post, ci sono delle indicazioni a proposito di fonti possibili da cui trarre ispirazione. Se poi amate l'argomento e la pancia inizia a gorgogliare, allora cliccate QUI per la ricetta dei Ravioli al Vapore...bbboni, davvero bbboni!!

E oggi, vista l'occasione, vi saluto con questa semplicissima ricetta la cui base proviene proprio dall'impasto dei ravioli al vapore.

Tagliatelle con punte di asparagi e salmone

Per le tagliatelle: 250 gr di farina 00, 140 ml di acqua calda, 30 gr di burro;
Per il condimento: punte di asparagi, salmone sott'olio, sale nero, olio evo;

Preparare l'impasto mescolando tutti gli ingredienti. Formare un panetto compatto, avvolgere con la pellicola e lasciare riposare per una mezz'ora. Ricavare dal panetto una sfoglia sottile e da questa tagliare le tagliatelle. Cuocere la pasta per qualche minuto in acqua salata, come d'abitudine. Condire con olio evo, salmone sott'olio, punte di asparagi sbollentate (in acqua leggermente salata) e spolverizzare con sale nero.
Share:

07/02/13

Borlotti e cipolla agrodolce, sapori sulla neve


Ieri mattina al nostro risveglio abbiamo scoperto che una volpe ha dormito nel fienile accanto alla casa.  E' senz'altro malata, non succede mai che una volpe trovi ristoro così vicino alle case. Normalmente si aggirano intorno alle abitazioni di notte, alla ricerca di cibo, ma per arrivare al punto di dormire nel fienile ed andarsene piano piano significa che qualcosa non va. Ha zampettato lentamente tra la neve, si è allontanata con la sua lunga coda lasciando indugiare su di sé il nostro sguardo. Adesso mi viene d'istinto studiare le tracce sulla neve, cerco di indovinare dove possa essersi nascosta oppure mi chiedo da quanto tempo sia passato l'ultimo animale. Il manto nevoso rivela passaggi sorprendenti, soprattutto agli occhi di chi non può scrutarli nella quotidianità. Oggi la mia vita di città non mi manca affatto e già so che al mio rientro i miei pensieri voleranno verso le cime rocciose delle Dolomiti.

Una ricetta tipo comfort food, morbidezza e sapori in leggero contrasto, l'ideale per accompagnare le carni in questo periodo invernale.

Ingredienti per 4 persone: 5 cipolle dorate, olio evo, una noce di burro di malga, 500 gr di fagioli borlotti Melandri, alloro, sedano, carota, sale, pepe in grani, un cucchiaino di zucchero, un bicchiere di vino bianco, 1/2 bicchiere di aceto di vino bianco;

Mettere i fagioli in acqua fredda con un filo d'olio, la carota, il sedano, la cipolla, l'alloro e 4 grani di pepe. Cucinare per il tempo necessario e salare a fine cottura. 
A parte, stufare le 4 cipolle affettate sottilmente con un filo d'olio e una noce di burro. Aggiungere l'acqua di cottura dei fagioli bella calda per ottenere delle cipolle morbide e legate. Aggiungere un cucchiaino di zucchero, un bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare a fuoco dolce. Unire infine  1/2 bicchiere di aceto di vino bianco e  ultimare la cottura. Scolare i fagioli e accompagnarli con la cipolla. 

Un contorno perfetto per accompagnare del cotechino o delle carni bollite.
Share:

04/02/13

Muffin integrali ai frutti rossi



Le magie non sono solo quelle delle fate o dei maghi, nel nostro mondo un pizzico di magia lo si può ritrovare, basta essere nel posto giusto al momento giusto.
Quando ti alzi all'alba e scorgi dai vetri un chiarore bluastro, ti coglie un dubbio. Un dubbio misto ad euforia al pensiero di una nuova imbiancata, questa è magia. Quando ti trovi in mezzo ad una pista innevata, nel silenzio del mattino e vedi le cime illuminarsi poco alla volta, questa è magia. Quando il ghiaccio sembra volerti insegnare a disegnare e ti innamori della perfezione della natura, anche questa è magia.
Il gusto per guardare le belle cose che ci circondano e l'amore per i luoghi che ci accompagnano in questa vita sono doni da coltivare e da custodire gelosamente.

Una ricetta dolce e rustica allo stesso tempo.Un bocconcino perfetto da inzuppare a colazione oppure da portare con sé in una passeggiata nei sentieri innevati. Che dite, si può fare?

Ingredienti per 12 muffin:
100 gr di farina 00, 100 gr di farina integrale, 1 cucchiaino di lievito per dolci,1 cucchiaino di bicarbonato, 2 cucchiai di panna acida, 2 cucchiai di latte, 100 gr di frutti rossi essiccati, 2 uova, 60 gr di burro fuso, 2 cucchiaini di miele di lavanda, 40 gr di zucchero di canna;

Unire le farine con il lievito e il bicarbonato. A parte sbattere le uova ed incorporavi la panna, il latte, i frutti rossi, il burro fuso intiepidito. Unire il tutto alle farine aggiungendo lo zucchero e il miele. Distribuire l'impasto in pirottini ed infornare a 180° per 20 minuti.
Share:
Template Created by pipdig