28/03/13

Mini colombe, easy e a quattro mani


Quando fuori piove e i bimbi sono a casa da scuola non è facile a volte trovare delle attività che riempiano il tempo e che regalino lo stesso divertimento del poter correre in un prato. La mia fortuna è quella di avere un bambino appassionato di cucina, quindi il fatto di coinvolgerlo con farine e mestoli non è troppo difficile. E allora eccoci muniti di grembiuli, mani ben lavate e l'occorrente per preparare qualche dolce per le feste pasquali. Questa volta mi è giunta in soccorso una miscela che mi ha letteralmente rapita. Avete presente la linea Cuore di? Ebbene, io non acqusto quasi mai miscele pre confezionate, un po' per preconcetto e un po' perché preferisco mettere sempre le mani in pasta dalla A alla Z, ma questa volta faceva propio al caso nostro. In una giornata di preparativi, di bagagli sparsi per la casa, di panni ancora da stendere e da stirare ci voleva proprio una soluzione magica per ottenere un dolce perfetto e adatto all'occasione. Ci siamo riusciti! Inoltre, queste colombine sono venute così bene che abbiamo deciso di confezionarle per farne dono agli amici. Insomma, sia io sia il mio collaboratore, ci siamo detti molto soddisfatti del risultato. 

Ecco la ricetta! Nulla di originale questa volta, riporto unicamente i consigli della confezione confermandovi che quanto descritto porta ai risultati attesi e...non sempre è così, lo sappiamo bene no? 


Ingredienti per 3 piccole colombine:
miscela Cuore di per colombine, 2 uova intere, 30 gr di acqua, 60 gr di burro, buccia di arancia grattata; per la glassa: 70 gr di zucchero a velo e 1 albume. 

Non fate altro che sbattere le uova aggiungendo progressivamente tutti gli ingredienti. Distribuite negli stampini che trovate nella confezione, cospargete la superficie con la glassa e la granella di zucchero  e via in forno. In un quarto d'ora a 210° avrete pronte le vostre colombine.

Le mie sono già pronte per la felicità del piccolo cuoco e a breve per quella dei palati :)

Auguri a tutti!
Share:

Frittatine vegetariane


Quasi in partenza, finalmente. Le scuole sono chiuse e i bimbi stanno ormai facendo la conta delle uova da aprire. Le carte coloratissime sugli scaffali dei supermercati hanno a lungo sedotto i teneri occhi che si soffermavano alla ricerca dell'uovo perfetto. A quanto pare, non è tanto la dimensione a determinare l'innamoramento di un bambino verso un uovo di cioccolato, ma piuttosto la fantasia del suo vestitino. Se poi ci aggiungiamo il richiamo del cartone animato preferito, allora trattasi di amore a prima vista. Ci penseremo poi a come smaltire il cioccolato di troppo...quest'anno credo mi limiterò a ritrasformarlo in altri cioccolatini o in tartufi. 
Ma se per i piccoli il pranzo di Pasqua non avrà alcuna importanza se non quella di poter tirare il fatidico pugno per espugnare l'uovo, a noi grandi qualche gioia la dovrà pur regalare, no? 

Questa che vedete è un'idea semplice, di stagione e molto gustosa, perfetta per aprire il pranzo o per sbocconcellare in attesa di sedersi tutti a tavola.

Frittatine con barba di frate

 
Ingredienti:
2 uova, 60 gr di grana grattugiato, 100 ml di panna fresca, 2 hg di barba di frate, sale, pepe e scalogno 

Fare bollire in acqua leggermente salata la barba di frate, scolarla e farla saltare in padella con dello scalogno e dell'olio evo. A parte, sbattere le uova con il grana, la panna, un pizzico di sale e un po' di pepe.Versare la barba di frate nelle uova e amalgamare bene. Trasferire il composto in una teglia foderata o imburrata e cuocere in forno per mezz'ora a 150°. Servire tiepido, tagliando a piccole porzioni la fritatta.
Un consiglio spassionato: accompagnate le frittatine con una salsina di acciughe o con filetti di acciuga...una favola ;)

PS: potete trovare la barba di frate proprio in questo periodo primaverile (...si fa per dire...), cercatela al mercato!!

Buona Pasqua!
Share:

21/03/13

Fusilli ai cipollotti: easy cooking for a city life


Non c'è niente da fare, quando la natura si risveglia e si avvicinano i primi caldi, tornano la voglia e la necessità di una cucina veloce e leggera. Che un piatto sia rapido da preparare è una gran bella cosa per la vita di tutti i giorni, ci aiuta a sfamarci senza lunghe attese e con soddisfazione, ma deve per forza accompagnarsi ai concetti di salutare, stagionale, buono e bello. Eh si, perché non basta che una spaghettata sia veloce da fare. Mettiamo anche la classicissima aglio, olio e peperoncino. Se non hai prodotti d'eccellenza rischi di farci solo una pasta incolore, piccante all'inverosimile e magari pure unta, se poi non ci metti la testa allora è un disastro assicurato. Insomma, creare un piatto buono, bello, veloce, fatto con prodotti di stagione  non è banalissimo e il supermercato sotto casa può non bastare. Ma non è certo una mission impossible, no non lo è affatto.

Il mio peregrinare per i mercati infrasettimanali, mi ha permesso in questi mesi di fare un po' di considerazioni su dove acquistare i prodotti, specialmente la frutta e la verdura,ma anche il pesce e la carne. In una città come Milano dove non disponi di un orto e dove i ritmi sono sostenuti, diventa fondamentale trovare dei punti di riferimento. Risparmi tempo, denaro e vai sul sicuro. Hai detto niente!  Avere fiducia di ciò che si mangia inoltre, rende l'approccio al cibo più consapevole e molto piacevole. E qui mi aggancio ad un altro argomento che mi è caro.

Easy Cooking for a City Life: la pagina dedicata alla cucina facile esiste già da tempo sul mio blog, ma adesso, in prospettiva dei ritmi che scandiranno la mia vita da settembre - quando inizieranno le scuole, la piccola andrà al nido e io mi avvierò verso la ripresa del lavoro -  ho sentito il bisogno di trasformarla un po'. Questa pagina mi accompagnerà come un notes di appunti dove elencare le ricette ideali, quelle rapide, belle e buone. Per aiutarmi terrò traccia di mercati, mercatini e prodotti annotandomi i riferimenti. Sotto la voce "dove, quando e perché" inserirò i luoghi dove si tengono, quando e ciò che mi ha più interessato. Credo che per me sarò utile e magari gli amici milanesi si ritroveranno in certe mie esperienze. La aggiornerò con calma, proprio per godermela e cercherò di inserire le mie ricette stagionali, quelle che riuscirò a realizzare con i prodotti di stagione. Come questa che vi propongo oggi.


Ingredienti per due persone:
1 spicchio d'aglio, 4 cipollotti viola, 150 gr di fusilli, sale, burro, acqua

Lavare i cipollotti , tagliarli  per il lungo e grossolanamente. Sciogliere del burro in una padella, versarvi i cipollotti e farli cuocere lentamente. Aggiungere dell'acqua calda, circa un bicchiere e procedere nella cottura. Cuocere la pasta e scolarla un paio di minuti prima della cottura. Risottare la pasta nella padella con i cipollotti utilizzando l'acqua di cottura. 
Fatto!
Share:

17/03/13

Weekend Donna Milano, Food Blog Award e...props


Metti che una domenica ti ritrovi a gironzolare per i padiglioni di una fiera, metti che ci sei andata per una premiazione e metti anche che rivedi delle amiche...ma cosa puoi volere di più?  La fiera Weekend Donna di Rho ha ospitato tantissimi eventi e certo non potevano mancare quelli dedicati al cibo, certo che no. Laboratori, corsi e l'immancabile cooking area di Malvarosa che ha ospitato workshop e corsi per tutti i palati. 
Essere presente per la premizione della prima edizione di Food Blog Awards organizzato da Malvarosa Edizioni mi ha fatto molto piacere perché, a parte il riconoscimento in sè, è stata l'occasione per incontrare vecchie e nuove amiche e poi...c'è il risvolto pratico ed utile della fiera.
Le fiere un po' come i mercatini, offrono la possibilità d'incappare in oggetti impensati o in espositori mai visti prima. Il bello della sorpresa dietro l'angolo. Pensi di uscire, di fare un ultimo giro e poi, amore a prima vista. Così è andata infatti con i tessuti e scampoli che vedete sopra. Un paradiso per noi blogger alla continua ricerca del tessuto giusto da abbinare per i nostri piatti, per le nostre foto e per il nostro esagerato amore per i props. Dico solo che sono tornata a casa con un sacchetto pieno di tessuti, tutti bellissimi, davvero. E allora vi lascio il link con il riferimento di quello che potreste trovare nella prossima edizione di Weekend Donna di Milano...aspettare un anno intero può essere troppo ma, niente paura, ci pensa il web ;) 
Per trovare questi scampolini fate un giretto nel sito www.dottyrose.eu / mail: sales@dottyrose.eu

Buona settimana!
Share:

14/03/13

Sandwich croccante, crème fraiche e salmone affumicato


Non mi pare possibile, tra poche settimane saremo già a Pasqua e non me ne sono nemmeno resa conto. Questi giorni per me inoltre sono un po' strani perché continuo a ripetermi: "fai questo, fai quello, approfitta perché la prossima settimana non sai come sarà". Non voglio essere pessimista ma, martedì prossimo dovrò fare un simpatico intervento ai denti e definirmi terrorizzata non rende l'idea. Non ho ancora deciso se rimarrò in attesa che il mio destino si compia oppure se prima di finire sotto i ferri volerò giù dalle scale per infilarmi in un taxi per tornare a casa sana e salva. Certo è che prima o poi mi tocca o...forse recupero dell'oppio che mi stordisca per bene e poi chi si è visto si è visto. La segretaria che ha preso l'appuntamento lunedì scorso ha capito che ero preoccupata e pensando di ridimensionare il problema (perché di problema si tratta) mi ha fatto osservare che ho partorito e quindi, non dovrei avere paura. Cara signora, lei non sa che io, piuttosto che farmi toccare i denti, partorirei altre due o tre volte, tze! Ebbene, ci tenevo tantissimo a pubblicare questo post perché, come ormai avrete capito, chissà se cucinerò, mangerò e fotograferò la prossima settimana. Piangerò, m'imbottirò di tachipirina (per la precisione 500 mg, così hanno prescritto), antibiotico e antidolorifici. Se volevano tranquillizzarmi allora non avrebbero dovuto prescrivermi tutta ste bombette che prevedono l'insorgenza di dolori immensi. 
Adesso facciamo finta che io sia tranquilla e che, con grande nonchalance, vi presenti questo antipastino. Per me sarà ottimo per il giorno di Pasqua, che dite, è abbastanza goloso? Agli ovetti ci penseremo più avanti, intanto partiamo dall'inizio ;)

Ingredienti per 4 persone: 8 fette di pane ai cereali, salmone affumicato, crème faiche, olio evo, succo di limone, foglie di insalata  (quella che preferite, io valeriana, mi piace troppo).

Ricavare dalle fette di pane dei dischi, abbrustolirli in forno e lasciare raffreddare. A parte tagliare il salmone a dadini e lasciare marinare con olio e limone per mezz'ora in frigorifero. Distribuire un po' di crème fraiche, qualche fogliolina di insalata e il salmone su un primo dischetto di pane, ripetere sul secondo dischetto e mettere sul piattino da antipasto.

A presto gente, se non mi leggete...sapete il perché :(
Share:

11/03/13

Mini cake Lemon cocco...senza burro


Un ottimo inizio settimana! Per noi parrebbe proprio così ed è grazie alla merenda di questo pomeriggio che si inizia bene. Dopo la scuola ci sarà una piccola riunione di bimbi a casa nostra e siccome la piccolina del gruppo andrà viziata, visto che a parte la mia di 5 mesi, è l'unica tra i due maschi, ecco fare la comparsa questee mini cake al gusto di cocco e limone. La glassa rosa fa sembrare una merenda tutta al femminile ma ... in realtà per i maschietti ci sono dei muffin più seriosi e meno pasticciati. E per noi mamme, un infuso alla rosa farà da sfondo al tema del momento: iscrizioni a scuole e nidi. No comment, almeno per ora.

Ingredienti per 10 mini cake:
4 uova, 200 gr di zucchero, 1 yogurt bianco, 1/2 bistina di lievito per dolci, scorza di limone grattugiata,130 gr di farina, 50 gr di cocco disidratato.

Sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere lo yogurt, unirvi la farina e il lievito, grattugiarvi la scorza di limone, aggiungere infine il cocco e una volta ben amalgamato il tutto, trasferire in stampini di silicone e infornare a 150° per 20 minuti. Lasciare raffreddare e decorare con la glassa colorata.

Buon pomeriggio!
Share:

07/03/13

Moelleux au chocolat senza farina


Fine settimana alle porte!! Programmi? Io sabato mattina spesa bio di frutta e verdura con amica e passeggini. Sabato scorso ho scoperto un mercatino interessantissimo vicino a casa e abbiamo deciso di andarci d'abitudine tutti i sabati. Mentre le nanette dormono nel passeggino, noi facciamo scorta di frutta e verdura direttamente dai produttori, prezzi modici e prodotti ottimi! Inoltre si scopre sempre qualcosa perché l'ortolano ti racconta come cucinare i suoi prodotti e magari trovi pure sul banco delle erbette che non avevi ancora mai visto. Se riesco a ritrovarle questa volta le prendo, vincendo la diffidenza della scorsa volta. 

Vi lascio con un cucchiaio goloso, al sapore di cioccolato e senza farina. Vi piacerà? Se siete golosi penso proprio di sì, è una di quelle ricette da tenere di scorta per i momenti di massima golosità.

Ingredienti per 6 persone:
2 uova, 90 gr di cioccolato al latte o fondente, 30 gr di burro, 70 gr di zucchero.

Separare i rossi dagli albumi. Mescolare i tuorli con lo zucchero fino a ridurlo a spuma. Sciogliere il cioccolato e unirvi il burro ammorbidito, lontano dal fuoco. Unire i due composti, montare le chiare a neve (aggiungendo il solito pizzico di sale) e amalgamare delicatamente con il resto dell'impasto. Imburrare delle monoporzioni, versarvi il composto circa fino a metà del contenitore e infornare a bagnomaria. Forno a 200° per 30 minuti circa.

Note:
- Se volete ottenere come me un cuore morbido dove il cioccolato si mantenga piuttosto sciolto, vi consiglio questo tipo di cottura. Diversamente, se preferite una soluzione più rapida, potete versare l'impasto nei soliti pirottini e cuocere per la metà del tempo però...niente cuore morbido all'interno ;) Non dite che non vi ho avvisato!
- il vero moelleux au chocolat prevede l'utilizzo del cioccolato nero, fondente...io ho usato quello al latte, entrambe ottime soluzioni!!
Share:

05/03/13

Trifle alle pesche sciroppate e mandorle



Quando tuo figlio s'innamora per la prima volta succede qualcosa di magico. L'amore, il primo amore, che arrivi a 6 anni oppure 8 oppure 10 oppure 15 oppure 18, insomma, in qualsiasi momento arrivi è un'onda che travolge tutto. Quest'onda a 6 anni (ancora da compiere a dire il vero) si traduce in iperattività, stanchezza, abbandono del biberon (chissà se definitivo?), parlantina continua, voglia di vacanza, palloncini colorati (almeno venti sballonzolanti in camera sua), occupazione del divano in sala con la porta chiusa (da leggere come voglia di autonomia) e poi... E poi arrivano i primi pensieri "da grande". Una casa in legno, in mezzo alla natura, ecco come sarà l'abitazione di mio figlio. Sarà lui a progettarla, sì perché nei suoi sogni c'è quello di progettare sia le case sia le macchine. Ci sarà un cane, come quello che abbiamo in montagna e ovviamente, si chiamerà Bobi (un tempo ribatezzato Tobi). Avranno anche 4 bambini e io avrò la gioia di tenerli a casa mia a dormire ogni tanto...sempre che io possa andare in pensione e fare la nonna altrimenti...lo farò ugualmente. Mi ci vedo, ottantenne PC munita ma senza patenta offresi per collaborazioni occasionali. Food blogger attempata cerca lavoro nei pressi di Milano, auto demolita e bella presenza (foto dei trent'anni:)))
Bene, dette tutte queste amenità - che mi riguardano - e le prodezze del piccolo di casa, vi lascio questa ricetta dolce e avvolgente totalmente dedicata a Colors&Food di marzo. Il colore del mese è il binomio bianco e giallo...voglia di sole, primavera mi sa... E voi? Siete anche voi proiettati nella bella stagione? Forza, qualche pioggia nei prossimi giorni e poi il primo sole calduccio!!

Ecco la ricetta:

Trifle alle pesche sciroppate e mandorle
Ingredienti per 2 coppe grandi o 4 piccole:

2 tuorli, 50 gr di zucchero, scorza di un limone grattugiato, 250 ml di latte, 1 cucchiaio di fecola, pesche sciroppate, panna da montare, mandorle a scaglie, biscotti tipo savoiardi
Preparare la crema inglese mescolando i tuorli con lo zucchero e unendoli al latte bollito con l’aggiunta del limone grattugiato. Se necessario ,aggiungere della fecola per addensare ulteriormente. Comporre la coppa mettendo alla base le pesche sciroppate a pezzettini,  i savoiardi spezzati, la crema inglese, la panna montata e una pioggia di mandorle in scaglie.
Share:
Template Created by pipdig