02/08/13

Colazione in rifugio: Città di Fiume

Lo sguardo rivolto verso la montagna, verso quella roccia che brilla e si colora di azzurro, di bianco e d'argento a seconda di come il sole la illumina. Tutti i suoi metri s'innalzano potenti davanti a me. Io me ne sto rilassata sorseggiando un cappuccino e già divoro con gli occhi una fetta tiepida di strudel, appena sfornata. Profumo di uvetta e di cannella.  Fare colazione ai piedi del Pelmo è appagante. Dopo una camminata di prima mattina è un premio che non ha eguali. Pace e Bellezza, un capolavoro della Natura tutto da ammirare.

Città di Fiume è un rifugio speciale. Incantevole per la sua posizione affacciata al Pelmo, luogo di arrivo e partenza per camminate stimolanti. Da una parte il Rifugio Venezia, Forcella Forada e dall'altra il versante che porta verso Cortina su sentieri ricchi di vegetazione e di piante spontanee.

E poi ci sono loro, i fiori. Delicati e forti allo stesso tempo, caparbi e resistenti, capaci di vivere e sopravvivere tra le rocce ed esposti ai venti d'alta quota.

Sulla via del ritorno ripenso a queste parole, incise all'entrata del Museo civico di Selva di Cadore:
conosci la tua storia
rispetta la tua terra
consegnala al futuro

Poche parole che racchiudono un senso di grande rispetto per queste montagne e per l'umanità.

Oggi nessun piatto, solo una colazione che vuole essere una ricetta per un bel modo di assaporare la vita.

Buon fine settimana!