03/08/17

Summer Holidays!




Più volte ho fatto il conto alla rovescia, spesso ho avuto la sensazione che non arrivasse mai il momento per dire allegramente “vacanze!” e oggi invece…quell’istante è arrivato. 
Mi sono preparata a questo momento – pare chissà quale evento – con tante aspettative. Ho condiviso sogni, cartine, ricettari di barbecue con l’amica del cuore e siamo pronti per gli ultimi preparativi. Quest’anno andremo in vacanza con gli amici, felici tutti ed in particolare i bambini. Loro si ritroveranno a giocare in spiaggia, per lo più in acqua e già lo sappiamo, passeranno pure qualche ora su tablet, Swiftch o simili. Lo mettiamo in conto, anche se il tempo per stare incollati davanti al monitor non sarà molto. Probabilmente nel viaggio in nave ci tornerà utile avere con noi quei giochi, ma mi auguro che un bel libro riesca a fare andare altrove l’attenzione e fare in modo che il tempo scorra velocemente. 

Meta prescelta: Corsica



Ci siamo andati per molti anni, conosciamo bene luoghi e percorsi. Adoriamo annusare l’aria appena arriviamo, alla ricerca di quei profumi unici di vegetazione e terra. Riconosco quegli odori fin da quando ero bambina, quando passavo le vacanze a Saint Florent con i miei genitori. Ora, tornare in queste località con la famiglia è ancora più bello. Le stradine tortuose con il tempo sono state sistemate ed allargate – quando possibile. Come al solito le rotonde sono cresciute come funghi, c’è stata proprio un’esplosione. Alle volte pare di fare le gimcane, ma tutto sommato è divertente. Chi è dietro in macchina magari si diverte meno ma…la Corsica è così. Selvaggia, naturale, semplice e al contempo vera. 






Fare la spesa nei piccoli market mi piace tantissimo. Entrando nei piccoli negozi il profumo di frutta e verdura ti accoglie immediatamente. Spesso andiamo a fare la spesa, quella generale, al supermercato. Ma il piacere di andare dal macellaio, pescivendolo e verduraio…non ha confronti. Unico neo, si sa, il prezzo. Va bene dai, siamo in vacanza. Non posso non citare la panetteria. Ti capita di passeggiare davanti ad una vetrina e di scorgere baguette che svettano fieramente sulla parete. Poco più in basso le fougasse, pan focaccia rustico meraviglioso. E poi ancora, quiche salate di ogni tipo – verdure, formaggi, salumi – sfoglie alle mele, biscotti con la marmellata (tipo occhio di bue). Pizze e focacce farcite. Sapete cosa faccio? Prendo una borsa di raffia e faccio scorta per passare la giornata in spiaggia. Borsa frigo a portata di mano, bottiglie di acqua fresca. Pronti per prendere il bateau verso una spiaggia bianca e il mare turchese. 

Mi sembra di essere già lì.





Nella mia Wishlist:

- tre libri da poco acquistati. Uno di questi ritrovato, dopo tanti anni, con sorpresa sui Navigli al prezzo di 2 Euro. Trattasi di “Giramondo” di Danielle Steel e pubblicato nel 2002. All’epoca mi aveva fatto sognare e ora credo che farà altrettanto. Gli altri due sono decisamente più recenti, uno di Chiara Gamberale "Adesso" e l’altro di Nicolas Barreau "Parigi è sempre una buona idea".



- negozi di poterie,aprite le porte! Un giro nelle poterie alla ricerca di oggetti per impreziosire la casa è un must. Di cosa si tratta? Parliamo di piccoli o grandi atelier di artigianato in cui trovare manufatti – piatti, brocche, tazze, utensili, vasi, lampade…per citarne alcuni – in terracotta. Alcuni sono smaltati, altri grezzi. Molto spesso gli artigiani sono donne e rimango sempre affascinata dalla loro capacità e dal loro stile di vita. 



Cosa fotografare:
per gli amanti della fotografia e dei viaggi, per nostra fortuna tutte le mete meritano di essere ritratte e visitate.

Piccoli borghi sul mare, come Centuri, o paesini arroccati nell’entroterra. Ogni tanto una mucca ci attraversa la strada o si piazza nel mezzo. Non ci resta che aspettare…tanto siamo in vacanza.

I porti accolgono imbarcazioni da sogno e piccole barche colorate. La vita di mare lì si fa ritrarre tra il massimo del lusso e la più grande semplicità fino ad arrivare ad una barchetta mezza affondata e dimenticata. Le reti abbandonate al molo aspettano di essere raccolte e imbarcate il giorno dopo. Qualche gatto gironzola intorno, magro e spelacchiato. Chissà cosa direbbe vedendo un bel gattone elegante di città che si nutre a scatolette :=)

Io non prenderò nessuna guida turistica, ormai mi sento a casa ed inoltre googlando non mancano mai le indicazioni utili e suggerimenti.


Per i foodie:

Troveremo mare e montagna, salumi e formaggi, vini bianchi, rossi e rosé. I profumi della terra saranno sempre presenti nei nostri piatti. La tradizione la fa da padrone. Non c’è spazio per cucina molecolare e alta cucina. Quella magari la ritroviamo tornando in città. Un caro consiglio per voi, che magari per la prima volta vi trovate ad andare in Corsica. Fidatevi del vostro istinto e fatevi condurre in percorsi gastronomici autentici. Se avete bimbi – come me – troverete sempre qualche anima buona che vi preparerà una cotoletta, una lasagna, un raviolo ed una pizza. Siete salvi! Ma noi grandicelli, assaggiamo i piatti tipici di osterie e ristoranti del luogo. Qualche anno fa in un’edicola di Saint Florent, molto ben fornita, avevo acquistato un libretto di cucina corsa. La mia felicità! Ricette facili, semplici, di casa. Figuratevi una dieta mediterranea, quella è in effetti , fatta con prodotti del luogo. 


Formaggi: un must

se decidete di portarne qualcuno a casa, sigillateli bene. I caprini in particolare, ma anche erborinati si conservano ma hanno un odorino per niente simpatico.
Vini: un must
troveremo tante cantine, potrete acquistare bottiglie e piccole tanichette per fare scorta per il soggiorno oppure da portare ad amici al rientro.

La mia giornata tipo:

- caffè con la moka, fette biscottate e marmellata, succo di frutta. Il tutto accompagnato da un libro e dal cruciverba (unico momento dell’anno in cui mi dedico al cruciverba. Se è autodefinito poi…passate a prendermi altrimenti non mi muovo fino a quando non l’ho finito!)
- spiaggia&relax&follia&gioco



- pranzo molto easy e leggero



- pomeriggio: riposino? Non lo faccio da prima di rimanere incinta per cui…1, 2, 3,…10 anni! Lo voglio!
- sera: cena con amici, barbecue o restaurant sur la plage. Pas mal, n’est pas?


Have fun!

Share:
pipdig