09/09/17

Aspettando l'autunno - Torta all'uva fragola



Settembre, mese di transizione. Finisce l'estate e inizia l'autunno. Con dolcezza ci ritroviamo ad indossare un maglioncino, riponiamo i sandali e annusiamo un'aria diversa. Le foglie secche sul prato davanti casa raccontano che non è un'impressione, è proprio così. Gli alberi iniziano a spogliarsi, senza fretta. Ascolto il rumore del vento tra le fronde e penso che mi mancherà nei mesi più freddi.
Cammino sotto le foglie ancora verdi del salice piangente e lascio che mi accarezzino i capelli. La lunga chioma del salice riempie un angolo del prato. Lo colora e in qualche modo mi sembra lo protegga. Una panchina messa all'ombra aspetta che qualcuno arrivi.

Amo l'autunno. Mi piace stare in casa con la lavasciuga che va, che profuma l'ambiente, che mi prepara panni tiepidi e morbidi. Mi piace meravigliarmi di fronte al banco del fruttivendolo. Fichi maturi, finalmente a buon mercato. Uva fragola, violetta, dolce e profumatissima invoglia all'assaggio furtivo  di qualche acino. Ho voglia di allungare lo sguardo sulle vigne, sui grappoli pesanti. 

Milano è bellissima, in tutte le stagioni e in autunno i colori sono speciali. La luce del sole più bassa colora la città con tinte morbide. L'alba risveglia la città con delle sfumature fuxia a volte che levano il fiato. Durano poco, pochissimo e noi cerchiamo di riempirci gli occhi di una bellezza naturale che ci viene regalata. 

In questo weekend, forno acceso e amici con cui passare il tempo. Questa ricetta è una felice, felicissima scoperta di questa settimana. Un morbido impasto accoglie gli acini di uva fragola. Li lascia integri per essere assaporati non solo nel sapore ma anche nella consistenza. 



Ricetta

Ingredienti: 1 uovo, 170 g di zucchero, 250 g di latte, succo di un limone, mezza bustina di lievito vanigliato per dolci, 250 g di farina 00, 500 g di uva fragola.

Sbatti l'uovo con lo zucchero, aggiungi il latte e il succo di limone. A parte setaccia la farina, uniscila al lievito e versa il tutto nella base umida. Mescola in modo che l'impasto diventi liscio ed omogeneo. Aggiungi gli acini di uva fragola. Imburra una teglia e spolverizzala con della farina in modo che l'impasto non attacchi. Versa il tutto e metti in forno a 180° per 30 minuti. 





Share:

02/09/17

Rientri estivi & Melanzane super easy



Dopo la pausa estiva, le pile ricaricate, i colori del mare ancora negli occhi e qualche dormita più lunga, siamo pronti a ricominciare. Settembre è un mese favoloso, per me significa un nuovo inizio, più ancor di gennaio. 

Ripartiamo tutti, chi con il lavoro e chi con la scuola. Chi più volentieri e chi meno. La fase di atterraggio non sempre è semplice, riabituarsi all'insistenza della sveglia può non essere facile ma...messa da parte la pigrizia e spostato lo sguardo verso i mesi a venire, possiamo guardare di fronte a noi e metterci all'opera. In questo mood tutto volto al ricominciare, ammetto che quando passo in cartoleria per la classica spesa della scuola, sono sempre attratta dalle agende. In ufficio uso quella gennaio-dicembre, per cui non compro niente del genere. Scegliamo il diario di scuola per il grande ed io mi prendo un taccuino per le mie annotazioni. Se ne sta sempre in borsa, pronto ad assecondarmi. E' lì, disponibile per fermare qualche idea e per ricordarmi che scrivere è il mio modo per assicurarmi che i pensieri non si disperdano. 

Ieri sono rimasta a casa con i bimbi, in attesa della ripresa delle scuole.  La mattinata ci era sfuggita letteralmente sotto gli occhi. Siamo andati in giro per la città a fare commissioni e questo significa prendere la metro, fare code negli uffici e alla cassa del super. La città ormai è tornata a pieno regime quindi non si può più pensare di trovare parcheggio facilmente o di trovare via libera al supermercato. Per i bimbi, soprattutto la piccola, significa farsi trascinare di qua e di là e quando la stanchezza si fa sentire, subito dopo subentra l'allarme fame. Poterci ritagliare un pranzo insieme in settimana è abbastanza difficile per cui la nostra pausa pranzo è stata molto sentita. In cucina tutti e tre a chiacchierare, schiamazzare e spiluccare. La mattinata ci era sfuggita letteralmente sotto gli occhi. 
Per loro pollo saltato in padella con pomodoro fresco e per me melanzane. La mia passione!

Le melanzane hanno delle proprietà che contribuiscono davvero a sentirsi bene. Ricchissime d'acqua, poco caloriche e altamente digeribili. Le possiamo gustare in piatti più conditi come parmigiane o primi piatti di pasta, oppure, come amo fare io, semplicemente saltate in padella. 

Quando ero piccola mia mamma le cucinava al forno con mozzarella e origano. Le incideva per il lungo, eliminava la polpa e le farciva con la mozzarella. Un pizzico di sale, olio evo, origano e via in forno. Il profumo di sentiva dall'alto delle scale. Difficile aspettare l'ora di cena...e sbirciare dal vetro del forno era il minimo che potessi fare. 


La ricetta è super semplice: tagli la melanzana a tocchetti, fai scaldare un filo d'olio extravergine di oliva con uno spicchio d'aglio e fai cuocere la melanzana a fuoco vivo. Regola di sale e pepe e finisci con dell'origano. 
A volte, quando ho un po' di tempo per il riposo, metto dell'uvetta in ammollo e la aggiungo alla melanzana saltata insieme ad una manciata di pinoli. Il contrasto con il dolce dell'uvetta è da provare :=)

Buon fine settimana!



Share:
pipdig